PISA, 13 luglio 2017 - Arrivano in città dopo le innumerevoli richieste del sindaco Filippeschi al Governo e gli incontri con il ministero dell’Interno. Altri 10 agenti sono stati assegnati a Pisa per garantire la sicurezza in città e coadiuvare l’operazione “Strade Sicure”. «Ho ricevuto la notizia da parte di Achille Passoni, segretario del ministro Minniti – afferma il primo cittadino Marco Filippeschi – che ha avvisato anche il prefetto che con me ha insistito per ottenere l’incremento. E’ un rafforzamento dovuto, ancora insufficiente, ma significativo, perché riconosce le nostre esigenze». Per il sindaco l’accettazione della richiesta rappresenta un primo obiettivo raggiunto. «Ricordo che l’impegno era stato preso dal ministro Alfano in un colloquio con il sottoscritto, confermato dal ministro Pinotti, in un incontro fatto in prefettura che era stato oggetto di molteplici mie pressioni – continua Filippeschi – ringrazio il prefetto per il lavoro di squadra che dà sempre risultati».

Adesso ben 60 militari presidieranno zone sensibili della città, liberando forze per il controllo del territorio. «Ora dobbiamo proporci di sfruttare al meglio questo rafforzamento. Con un più efficace presidio delle aree critiche, a partire dall’esterno della stazione – precisa il sindaco – comunque non smetterò la pressione, che farò con tutti i mezzi che ho. Perché un altro impegno, a oggi, è stato disatteso. Quello di dare a Pisa una squadra antiterrorismo aggiuntiva. Chiedo ai parlamentari eletti a Pisa di riprendere l’iniziativa più incisiva per rendere evidente la nostra situazione, per altro ben conosciuta dal Ministero, e per potenziare le forze dell’ordine».