Carrara, 20 marzo 2016 - Malmenato il giornalista delle «Iene» Andrea Agresti. La troupe era sulle tracce di una donna straniera nell’ambito di una storia per ottenere i permessi di soggiorno a fini lavorativi per i propri connazionali. La squadra della popolare trasmisione di Mediaset ieri pomeriggio era a Marina dove ha trovato la donna mentre era alla fiera di San Giuseppe. Era già la seconda volta che i due si era incontrati in provincia: la prima volta era avvenuto alla stazione di Massa. Agresti aveva seguito la donna per un centinaio di metri criticando il suo modo di fare. Si parla del servizio andato in onda il 2 novembre del 2015 su Italia 1. Anche in quell’occasione gli animi si erano accesi, ma al di là di qualche spintone e qualche offesa verso Agresti, la donna era riuscita a controllarsi.

Davanti a una marea di persone, ieri pomeriggio arrivata a Marina per la fiera di San Giuseppe, la donna, sentitasi accerchiata dalle domande incalzanti di Agresi, ha perso le staffe ed è scaturita una baruffa. Agresti poi è stato colpito in volto, a mo’ di frustata, da un ramo d’ulivo preso da una bancarella in esposizione. Un ‘segno di pace’ un po’ troppo energico e Agresti è così finito all’spedqleper alcuni graffi sul viso. Il giornalista e attore originario di Quarrata, ha preso in pieno viso il colpo, tanto che gli occhiali da sole ‘d’ordinanza’ delle Iene sono finiti a terra, rompendosi. Subito sono intervenuti i carabinieri per sedare gli animi ed evitare il peggio. Un centinaio di persone ha assisito a tutta la scena. Ovviamente spaventate le famiglie che era accorse a Marina per trascorrere un momento di relax con i loro bimbi, vista la bella giornata di sole, anticipo di primavera.

Agresti è stato immediatamente soccorso dai medici del 118 e trasferito al nuovo ospedale di Massa. Da quanto riportato dal primario del pronto soccorso Alberto Conti, il giornalista e attore non ha riportato lesioni gravi: a parte graffi multipli sul viso, il giornalista sta bene. Non è stata necessaria la tac e in serata è stato dimesso. Molto spavento per lui e per le centinaia di persone a Marina.