Massa,  9 febbraio 2016 - UN MARESCIALLO dei carabinieri pontremolese salva un cagnolino cieco rimasto intrappolato in una casa danneggiata dall’esplosione di una bombola di gas. E’ accaduto sabato scorso a Tugo di Berceto, comune emiliano ai confini toscani, poco dopo le operazioni di soccorso scattate per salvare due fratelli di 72 e 84 anni residenti nell’edificio e rimasti ustionati per lo scoppio. Sul posto sono giunti carabinieri di Berceto, la Croce Rossa, i Vigili del Fuoco di Borgotaro e i tecnici del Comune che hanno provveduto a soccorrere le due famiglie residenti.

Ma subito dopo è stata segnalata la presenza dell’animale all’interno della casa e il comandante della stazione, Damiano Novetti, non ha esitato a rientrare nell’edificio pericolante per cercarlo. Il cagnolino cieco si è era salvato d’istinto nascondendosi sotto un divano, ma ha risposto con un guaito al richiamo del militare che è riuscito a prelevarlo in condizioni di rischio perché l’immobile non era stato ancora messo in sicurezza. e poi lo ha consegnato alla sua padrona. Un’azione di grande sensibilità portata a termine dal comandante anche per tranquillizzare i residenti dell’abitazione frastornati per l’esplosione. Il gesto del maresciallo Novetti è stato pubblicamente lodato dal sindaco di Berceto Luigi Lucchi.