Lucca, 4 dicembre 2016 - Lucca batte Schio, senza se e senza ma. Dieci in pagella virtuale per tutte e per il coach, che si tolgono una grandissima soddisfazione, conquistando il primato proprio su Schio. In campo per quello che è ormai un classico del basket nazionale vanno Dotto, Crippa, Wojta, Harmon e Pedersen contro Yacobou, Miyem, Anderson, Zandalasini e Sottana. I primi 3' non danno tregua e i canestri si susseguono velocissimi. Schio prova ad allungare di forza ma non va oltre il +3 (6-9, 10-13). Lucca tiene bene il passo e, sul finire del quarto, con una tripla di Crippa e un paio di palle rubate a metà campo, chiude la frazione con due punti di margine. Si riparte con Macchi in campo al posto di Zandalasini, gravata da due falli e Masciadri per Sottana, mentre Diamanti inserisce Battisodo e Njock per far respirare Dotto e Pedersen.

Ancora equilibrio, poi la prima tripla di Andersen e Ress portano le venete sul +4 (21-25) al 3', con pericolo di mini-fuga, annullato da una gran difesa da 30" e da un canestro di Dotto. Arriva anche un antisportivo a Sottana al 5', che manda a bonus Schio e in parità il match con due liberi di Wojta (25-25). Iniziano anche gli errori, da ambo le parti, ma siamo vicini al riposo e anche i coach rimescolano le carte. Le biancorosse rompono lo 0-0 di quasi 2' con l'incursione di Dotto, cui risponde Yacobou dalla lunetta, ma è Battisodo a siglare il libero del 28-27 sul quale si va in pausa. Al rientro il team di Diamanti è più determinato e infila in 3' un parziale di 9-2, aperto da una tripla di Wojta, che lancia Lucca avanti di +8 (37-29). Schio cozza contro la difesa biancorossa, che è anche superiore ai rimbalzi e Zandalasini a metà quarto ha quattro falli. Il parziale prosegue, allora, clamorosamente: sul 13-2, ovvero +12 Lucca, al 5': Mendez, disperato, chiama un provvidenziale timeout, che però Pedersen annulla dall'area per il +14 biancorosso (43-29).

Andersen prova a dare la sveglia con una tripla, ma Pedersen risponde ancora da sotto. E dopo un'altra difesa da 30", Pedersen assiste Wojta e Harmon sfiora il gioco da tre per il +17 (49-32) al 9', che si riduce a +14 alla sirena. Schio schiuma rabbia ma Andersen sbaglia un paio di tiri facili e Mendez richiama subito timeout. Ora è Lucca a mancare una serie di tiri non difficili e la rimonta ospite fa paura (51-43) a metà gara esatta. Harmon spezza l'incantesimo, Dotto mette un'incredibile tripla sui 24" e Crippa vola in transizione per il nuovo +15 Le Mura (5-43) a meno 3'29", nel palasport finalmente "caldissimo". Anderson ci prova quasi da sola ma Dotto mette un'altra tripla per il nuovo +12 (61-49). Ultimo minuto a +10 e ormai è fatta.

Gesam Lucca 61 Famila Schio 53
GesamGas Lucca
: Battisodo 1, Landi n.e., Tognalini, Pedersen 11, Dotto 19, Wojta 10, Harmon 12, Crippa 8, Miccoli n.e., Salvestrini n.e., Ndjock, Mandroni n.e.. All.: Diamanti.
Famila Wuber Schio: Yacobou 13, Bestagno n.e., Miyem 7, Tagliamento n.e., Anderson 16, Masciadri, Zandalasini 4, Sottana 7, Ress 4, Macchi 2. All.: Mendez.
Arbitri: Caruso (Pv), Pecorella (Bt), Bandinelli (Si).
Parziali 18-16, 28-27, 49-35. Tiri: Lucca 3/12 t3, 22/50 t2, 8/13 tl; Schio 3/11, 18/43, 8/10. Rimbalzi 34-38. Cinque falli: Crippa. Spettatori: 800.