La Spezia, 24 novembre 2017 - Si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta al parcheggio sotterraneo della stazione. Ma è stato notato da alcuni passanti che non hanno esitato a contattare i carabinieri. I militari hanno così sorpreso, ieri sera, un 36enne marocchino, già noto alle forze dell’ordine, che si allontanava con uno zaino sulle spalle.

L’uomo, sospettato di essere uno dei possibili autori dei furti che si sono verificati nei giorni scorsi a danno di veicoli parcheggiati nelle zone del centro, è stato immediatamente bloccato e perquisito. Nel suo zaino i carabinieri hanno trovato un pc portatile, due cellulari e venti euro.

A quel punto è bastato poco per individuare la vittima: gli oggetti e il denaro erano stati infatti rubati poco prima da una Fiat Grande Punto, che presentava ancora evidenti tracce di forzatura. La visione dei filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza del parcheggio ha confermato il furto messo in atto dal maghrebino che, dopo una notte in camera di sicurezza, è comparso stamattina davanti al giudice, in Tribunale, il quale ha convalidato l’arresto e disposto la custodia in carcere.