Il Gds Cgc ha battuto i campioni d’Italia senza mostrare timori reverenziali

Viareggio, 18 aprile 2018 - Un grande Gds Impianti Cgc Viareggio batte con pieno merito il Lodi campione d’Italia per 5-3 (primo tempo 3-2) e si porta in vantaggio nella serie di semifinale scudetto che proseguirà sabato sulla pista lombarda.

Partita avvincente dal primo minuto con la squadra di Resende che parte forte senza però mettere in difficoltà i bianconeri. Al 1’ conclusioni da fuori di Querido e Ventura parate e al 2’ Cgc già in vantaggio. Tira Montigel, la palla colpisce la rete dietro la porta di Català che viene superato forse anche per la deviazione di un compagno. Un minuto dopo c’è il pareggio di Malagoli a porta vuota dopo che Barozzi aveva parato due tiri di Verona. Passa ancora un minuto e il Cgc torna in vantaggio grazie a un rigore per stecca alta trasformato da Ventura. Al 6’ Barozzi salva su Malagoli e al 12’ Català para un tiro dal limite di Costa. Portieri protagonisti per tutta la prima frazione che s’infiamma nel finale. Al 20’ traversa di Cocco e poi Català salva su Muglia. Al 22’, dopo un intervento dubbio su Costa in area, 2-2 firmato da Pinto con un tiro ravvicinato. Al 23’ Costa, ben servito da Montigel in area, manda al riposo in vantaggio il Cgc.

Nella ripresa la squadra di Alessandro Bertolucci sterilizza gli avanti ospiti dopo che al 2’ una splendida triangolazione Montigel-Ventura-Palagi manda in rete il capitano con una deviazione in area. Il Lodi cerca di forzare i ritmi ma, da una parte, non riesce a impegnare un attento Barozzi se non con tiri da fuori, dall’altra deve stare attento a non lasciare spazi per le ripartenze dei viareggini.

All’8’ Barozzi si supera su un rasoterra angolato di Cocco dal limite; al 16’ e 17’ neutralizza i tiri da fuori di Compagno che al 19’ riporta sotto la sua squadra con un violento rasoterra angolato che il portiere viareggino non riesce a bloccare. Il Lodi tenta il tutto per tutto, ma sono i tiri di Ventura (20’ e 21’) a impegnare Català. Al 23’ Costa solo in area preferisce passare a Mirko Bertolucci sbilanciato e a 33“ dal termine c’è il decimo fallo del Lodi. E’ Mirko Bertolucci a incaricarsi del tiro e a trasformare dopo che Català aveva parato la sua prima conclusione. La partita finisce qui.

Come un anno fa il Cgc inizia nel modo migliore la sfida contro i giallorossi che si sono dovuti inchinare di fronte a una squadra praticamente perfetta. Per il Cgc un successo che deve far crescere l’autostima di un gruppo che ha capito di poter giocare senza timori reverenziali.