La presentazione del torneo femminile della Viareggio Cup
La presentazione del torneo femminile della Viareggio Cup

Viareggio, 4 marzo 2019 - Torna la Viareggio Cup (la grande rassegna mondiale del calcio giovanile a livello di squadre di club) dall'11 al 27 marzo per la 71esima edizione. Tra le novità di quest'anno  c'è la prima storica edizione della Women's Viareggio, il torneo femminile  al quale parteciperanno otto formazioni: Juventus, Florentia, Sassuolo, Bologna, Fiorentina, Inter, Genoa e Spezia, mentre quello maschile vede la partecipazione di 40 squadre.

Incognita di questa edizione - che lunedì prossimo, 11 marzo, vedrà l'attaccante della Samp Fabio Quagliarella leggere il giuramento - è l'utilizzo dello stadio dei Pini di Viareggio, chiuso dal 30 giugno scorso per motivi di sicurezza. Venerdì 8 marzo è previsto un sopralluogo della commissione di vigilanza del Comune, mentre la procura di Lucca ha richiesto accertamenti anche da parte dei vigili del fuoco per la messa in sicurezza dell'impianto. Il sindaco di Viareggio, Giorgio Del Ghingaro, e il presidente del Cgc, Alessandro Palagi, sperano in una soluzione in extremis per evitare che il torneo debba emigrare.

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, riceverà il premio Torquato Bresciani, Riccardo Cucchi il premio Bruno Roghi, Giovanni Galli il premio Gaetano Scirea, Roberto Samaden, responsabile del settore giovanile dell'Inter, il premio Centro giovani calciatori.

«Il torneo di Viareggio - ha sottolineato Del Ghingaro - rappresenta il calcio sano, pulito, giovane ma anche un pezzo di storia della città. Molto del successo è dovuto all'impegno volontario dei membri del Centro giovani calciatori, associazione in grado di portare risultati veramente importanti e alla quale l'amministrazione sarà sempre vicina perché sono esempio del buono della comunità. Quest'anno ancora di più perché un torneo così importante rischia di non potersi giocare nella città dove è nato a causa del grande interrogativo rispetto all'utilizzo dello stadio dei Pini: abbiamo ancora qualche giorno per capire cosa deciderà la Commissione, con l'augurio di poter vedere lo stadio aperto».