Un'ambulanza (foto d'archivio)
Un'ambulanza (foto d'archivio)

Viareggio, 15 marzo 2018 - Un attimo che ha cancellato mesi di sacrifici, anche economici. Un fatto grave, in piena Passeggiata, che condanna un anziano a un altro calvario con possibilità pari allo zero di rivalersi contro chi ha causato tutto questo. Sono increduli e ancora sotto choc sia il protagonista di questa vicenda che i suoi familiari. Un fatto avvenuto in pieno pomeriggio in quello che era il salotto buono cittadino ora frequentato da senza fissa dimora e ubriachi. Come la donna che ha gettato a terra il povero Mario Campolmi, ottantenne fiorentino da anni a Viareggio dove si è stabilito per curarsi dopo ricoveri ospedalieri e cure. Un’odissea che sperava di essersi lasciato alle spalle. Invece ora il pensionato si ritrova in un letto del Versilia in attesa di essere operato per la riduzione delle fratture all’anca, al femore e al bacino. 

Lo ha sbattuto a terra con una spinta una donna italiana sui 30 anni che vive, dorme ma soprattutto beve e espleta le sue funzioni fisiologiche in piena passeggiata all’altezza del Margherita. Campolmi non ha fatto niente. Stava raggiungendo la moglie col suo deambulatore dopo aver acquistato alla libreria Mondadori un volume da leggere. Non si capisce bene quale sia stata la ragione che ha suscitato il raptus della clochard che si è accampata lì da tempo. Dorme coprendosi di cartoni, chiede elemosina e beve. Ed era quasi certamente alterata quando senza motivo ha scaraventato Campolmi a terra proprio nel momento in cui sua moglie, che si era soffermata a guardare una vetrina, lo stava per raggiungere.

La donna senza fissa dimora è fuggita mentre la moglie e i passanti soccorrevano il pensionato. Prima che arrivasse l’ambulanza la donna protagonista dell’aggressione è tornata dove era avvenuto il fatto, un agente in borghese della questura di Livorno ha cercato di bloccarla ma lei si è definitivamente eclissata. Tutti comunque sanno chi è. Il pensionato è stato portato al pronto soccorso e dopo alcune ore è stato dimesso dal “Versilia” e il referto parlava solo di contusioni. Nella notte a casa Campolmi è stato malissimo, in preda a dolori lancinanti. Il mattino al pronto soccorso l’amara verità delle tre fratture. Moglie e amici sono disperati. “Ora dovrà affrontare un nuovo calvario con spese ingenti e non ci possiamo rivalere con nessuno”. Intanto però è stata sporta denuncia alla polizia ed è stato inviato un esposto alla segreteria del sindaco Del Ghingaro. Si chiedono interventi affinché la donna venga individuata definitivamente e accolta in una struttura dove possa essere curata e sia messa in grado di non nuocere. 
E.Sa.