Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

La Ternana non smobilita. Ad Ascoli c’è da onorare un grande girone di ritorno

Non sarà una semplice partita di fine campionato. La Ternana vuole concludere al meglio un grande girone di ritorno, idem l’Ascoli che ha raggiunto l’obiettivo-playoff ma può migliorare il piazzamento con tutti i relativi benefici. Se si pensa che nelle ultime cinque giornate i rossoverdi hanno fatto meglio di tutti conquistando 10 punti e che, come i bianconeri, ne hanno totalizzati 20 nelle ultime dieci (soltanto il Monza ha fatto meglio con 22) ecco che emerge tutta la qualità della sfida odierna. Nelle fere ci sono diverse assenze, quasi tutte prevedibili: ai lungodegenti Falletti, Salzano e Sorensen, a Salim Diakitè e Koutsoupias che hanno saltato anche il derby, si aggiungono Furlan e Bogdan (in particolare, non ci si attendeva il forfait del difensore). I convocati sono 24. Cristiano Lucarelli ha preferito non effettuare la conferenza pre-partita. E’ ipotizzabile che nella formazione non ci saranno particolari sorprese, anche tenuto conto delle limitate opzioni per determinati ruoli (soprattutto in difesa). Si va dunque verso la conferma di almeno nove undicesimi rispetto a sabato scorso. Al posto di Bogdan dovrebbe esserci Boben e in attacco sembra delinearsi lo stesso ballottaggio del derby, ovvero Partipilo-Pettinari. Nell’Ascoli, sulla corsia destra di difesa al posto dello squalificato Salvi giocherà Baschirotto. Sottil potrebbe non rischiare i diffidati Bidaoui, Botteghin e Falasco, schierando Dionisi, Quaranta e D’Orazio.

Stadio Del Duca, 20.30.

ASCOLI (3-5-2): Leali; Baschirotto, Bellusci, Quaranta, D’Orazio; Collocolo, Buchel, Saric; Maistro; Dionisi, Tsadjout. All.: Sottil.

TERNANA (3-5-2): Iannarilli; Boben, Capuano, Celli; Defendi, Agazzi, Proietti, Palumbo, Martella; Pettinari, Donnarumma. All.: Lucarelli.

ARBITRO: Maggioni di Lecco.

Augusto Austeri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?