Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

IL DERBY E’ ROSSOVERDE

La Ternana stende il Perugia con un gol di Donnarumma

francesca mencacci
Sport

di Francesca Mencacci

Il derby si tinge di rossoverde. Festeggia la Ternana, con la firma di Donnarumma, il Perugia esce dal "Liberati" senza punti e con qualche rimpianto. Cristiano Lucarelli si gode il secondo successo in meno di un anno, dopo la vittoria in Supercoppa, ad Alvini non resta che il rammarico per non aver visto, nell’appuntamento più atteso, il solito Perugia. A Terni non è il Grifo ammirato in trasferta, quello che ha seminato scompiglio e conquistato punti: sono mancati concretezza, aggressività e soprattutto ritmo. A questo si aggiunge il torto di non aver concretizzato le occasioni avute, cosa che invece ha fatto la squadra di Lucarelli, con Donnarumma che non si è fatto attendere nello sfruttare la ghiotta occasione sotto porta. Senza la sua migliore qualità, il Grifo lascia alla Ternana l’iniziativa, in mezzo al campo e anche sulle fasce, con Defendi che ha spesso la meglio su Lisi, mentre a destra è un duello senza vincitori, con Ferrarini, però che non riesce mai a superare la metà campo. Ora alla Ternana, vittoriosa sul Grifo in campionato dopo 15 anni, resta la gloria e la grande soddisfazione per aver regalato una gioia agli oltre diecimila tifosi nell’ultimo atto casalingo. Al Perugia un lumicino di speranza di agguantare i playoff. Il Frosinone è incappato in una sconfitta a Ferrara, ci sono novanta minuti e tre punti di ritardo: i ciociari se la vedranno in casa con il Pisa, il Perugia con il Monza. Solo un successo dei biancorossi e il ko del Frosinone regalerà il pass per i play off.

Al "Liberati" è festa grande, prima e dopo: Bandecchi è sugli spalti, mentre Santopadre in panchina. Alvini se la gioca con Matos insieme a Olivieri, in gol nell’ultima sfida con il Vicenza. Lucarelli conferma le previsioni, in attacco sceglie Partipilo insieme a Donnarumma.

La sfida è gradevole anche se non esaltante, la Ternana ruba più l’occhio, la squadra di Lucarelli non ha in palio obiettivi di campionato e parte più libera, il Perugia invece si gioca un biglietto prestigioso per i play off. La squadra di Alvini è attenta nel limitare i giocatori più pericolosi rossoverdi (Curado su Donnarumma e Dell’Orco in controllo su Partipilo) e prova a ripartire per colpire la difesa della Ternana. L’avvio è più rossoverde, con Chichizola (6’) che chiude bene su Martella in area, imbeccato da Palumbo. Con il passare dei minuti cresce il Perugia, ma non alza il volume. Alla mezz’ora ancora uno squillo rossoverde (33’) con Donnarumma che in acrobazia prova a sbloccare (dagli sviluppi di una punizione calciata da Palumbo). Ma dopo due minuti l’attaccante porta avanti la Ternana: Lisi si fa superare, Agazzi conclude, Chichizola respinge e tap-in di Donnarrumma che fa esplodere il "Liberati". Il Perugia dopo due minuti va vicino al gol con Rosi su punizione di Burrai. Allo scadere il gol arriva, ma Santoro sbaglia il tempo per servire Olivieri che finisce in fuorigioco.

Nella ripresa c’è più Perugia, la prima iniziativa è di Matos ben imbeccato da Kouan (9’), lo stesso Kouan al 14’ sbaglia una ripartenza ghiotta per il Perugia e chiede un penalty per un fallo di mano di Bogdan. Nel mezzo un tentativo di Partipilo (11’). Al 20’ Alvini inizia a mettere dentro più giocatori offensivi, poco cambia, anche alla mezz’ora quando entra pure De Luca. Grifo in campo con le quattro punte che producono una sola chance al 32’ con Olivieri che servito da De Luca spara sui piedi di Iannarilli.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?