Ternana, la “cura Breda“: "Stiamo dando l’anima"

La vittoria contro il Cosenza e i risultati delle altre “pericolanti“ consentono ai rossoverdi di risalire al terz’ultimo posto. "Abbiamo ancora molto da fare".

Ternana, la “cura Breda“: "Stiamo dando l’anima"

Ternana, la “cura Breda“: "Stiamo dando l’anima"

I primi effetti della “cura Breda“ e l’“aiutino“ arrivato dai risultati di alcune tra le altre pericolanti a completamento dell’ultimo turno di campionato. La bella vittoria ottenuta in casa del Cosenza ha restituito fiducia all’intero ambiente rossoverde che valuta con soddisfazione i risultati concreti ottenuti da Breda nelle tre giornate – una al “Liberati“ e due in trasferta – in cui il tecnico trevigiano ha preso possesso della panchina della Ternana. Con lui le Fere non hanno mai perso guadagnando 5 punti, frutto di una vittoria e 2 pareggi, con una media a gara di 1,66, che rappresenta una netta inversione di tendenza rispetto alla precedente gestione tecnica attestatasi a mezzo punto per ciascuna delle 12 partite giocate, durante le quali era stato raggranellato il magro bottino di 6 punti, frutto di una vittoria (a Terni) e 3 pareggi (2 in casa e uno in trasferta). Numeri confortanti che rafforzano le speranze di salvezza della Ternana, nella consapevolezza che si tratta soltanto di un buon inizio al quale dare necessariamente seguito con perseveranza e continuità. Lo ha detto chiaramente lo stesso Breda al termine del confronto col Cosenza, affermando che "contro i calabresi non è stata la partita della svolta perché la Serie B è un campionato durissimo, ma l’impegno paga e la squadra, che dispone di ampi margini di miglioramento, sta dando l’anima". I rossoverdi sono chiamati a confermarsi già sabato prossimo nello scontro diretto con la Feralpisalò che sarà ospite al "Liberati" (ore 14.00).

Nell’ultimo week-end – risultato parzialmente favorevole agli interessi dei rossoverdi in chiave salvezza – i lombardi hanno perso in casa col Cittadella, e sono rimasti all’ultimo posto in classifica a meno 4 dalla Ternana che nel frattempo, salita al terz’ultimo posto, ha scavalcato lo Spezia, penultimo, che ha perso in casa col Parma. Le fere hanno accorciato le distanze anche dall’Ascoli, sconfitto a Venezia, mentre nei posticipi di ieri il Lecco, ospite a Terni il 17 dicembre, battendo il Bari ha allungato a 5 punti dalle fere al pari di Reggiana e Sampdoria che hanno perso. La situazione delle fere permane critica ma i segnali lanciati dalla gestione Brera fanno percepire fiducia. Intanto, dopo la domenica di riposo, i rossoverdi torneranno a lavorare nel pomeriggio (ore 14.30) al “Liberati“ per cominciare la preparazione al confronto con la Feralpisalò. La seduta di lavoro si svolgerà a porte aperte e saranno valutate le condizioni fisiche degli infortunati Andrea Favilli, Federico Viviani e Christian Travaglini.