CITTà UMBRE IN VETRINA

Le città umbre con la Bandiera Arancione del Touring Club sono state tutte confermate, con quattro nuove aggiunte. Il ministro Santanché ha sottolineato l'importanza di preservare e promuovere queste gemme storiche. La Bandiera Arancione viene assegnata ai comuni dell'entroterra con meno di 15mila abitanti che eccellono in termini ambientali, culturali, enogastronomici e di accoglienza. Il Touring Club Italiano ha contribuito a trasformare questi borghi da ambito marginale a destinazione di tendenza.

CITTà UMBRE IN VETRINA
CITTà UMBRE IN VETRINA

PERUGIA – Tutte promosse le città umbre che già potevano vantare il riconoscimento della Bandiera arancione del Touring club. L’assegnazione è avvenuta alla Borsa internazionale del turismo di Milano, alla presenza del ministro Daniela Santanché. In totale sono 281 i riconoscimenti assegnati, di cui 277 conferme e quattro nuove località premiate. Le realtà umbre che contano sul riconoscimento sono Bevagna, Città della Pieve, Montefalco, Montone, Nocera Umbra, Norcia, Panicale, Spello, Trevi e Vallo di Nera. "Attraverso questi piccoli centri, possiamo preservare e promuovere le nostre radici, garantendo che le generazioni future possano continuare a godere della meraviglia di queste gemme storiche, fiore all’occhiello della nostra Italia", ha detot il ministro Santanchè. Nello specifico, la Bandiera Arancione viene assegnata attraverso un processo di certificazione ai comuni dell’entroterra con meno di 15mila abitanti che "sanno esprimere grandi eccellenze in termini ambientali, culturali, enogastronomici, di accoglienza e di innovazione sociale e che trovano nel turismo una concreta opportunità di rilancio, nonostante le difficoltà dovute alla situazione di marginalità". "Il Touring Club Italiano, che per primo aveva colto il potenziale turistico dell’Italia meno conosciuta e dei piccoli centri dell’entroterra, 25 anni fa rispondendo a una istanza della Regione Liguria - insieme a Regioni, comuni e altri enti territoriali - ha aiutato a mutare radicalmente consapevolezza, percezione e modello di sviluppo dei borghi e dei piccoli comuni, contribuendo a trasformarli da ambito marginale a destinazione di tendenza" ha dichiarato il Direttore Generale Touring Giulio Lattanzi.