Terrorizza l’anziana madre, lei fugge in ospedale per sottrarsi alle violenze

Il figlio, 52enne di Foligno, dovrà rispondere di maltrattamenti e minacce. In un’occasione è arrivato a brandire un coltello e a distruggere oggetti dell’abitazione

La donna si è rifugiata in ospedale
La donna si è rifugiata in ospedale

Foligno (Perugia), 2 febbraio 2024 – Un incubo costante che il figlio la costringeva a vivere e per evitare il quale, una sera, ha anche deciso di passare la notte al Pronto soccorso dell’ospedale, con l’idea di essere più al sicuro. Anni di violenze, aggressioni verbali, minacce e altri episodi: per questo lunedì scorso gli agenti della Polizia di Foligno, coordinati dal vicequestore aggiunto Adriano Felici, hanno arrestato un 52enne in esecuzione di un’ordinanza cautelare applicativa della misura degli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Spoleto.

L’uomo, all’esito degli accertamenti investigativi condotti dai poliziotti sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Spoleto, è stato ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia ai danni della madre convivente, da anni vittima di aggressioni verbali, minacce ed altri episodi di violenza psicologica. In base a quanto ricostruito dagli agenti, tali episodi, quasi sempre derivanti dall’abuso di sostanze alcoliche, si traducevano in improvvisi scatti d’ira del 52enne, il quale più volte, per futili motivi, aveva minacciato gravemente la madre, arrivando persino a brandire un coltello contro di lei e distruggendo gli oggetti e le altre suppellettili presenti all’interno dell’abitazione.

Per questi motivi, da alcuni mesi, durante la notte, l’anziana aveva preso l’abitudine di chiudere a chiave la porta della propria camera da letto, nel timore che il figlio potesse accedervi e farle del male. In una recente occasione, inoltre, la vittima era stata talmente terrorizzata dal comportamento dell’uomo da decidere di rifugiarsi per un’intera notte presso il pronto soccorso dell’ospedale di Foligno, in modo da non dover rimanere sola in casa con lui. Le aggressioni verbali, le minacce e gli scatti d’ira del 52enne, hanno indotto l’anziana a rivolgersi alla Polizia. Gli accertamenti hanno dato riscontro agli episodi, sicché la Procura di Spoleto ha richiesto al gip l’applicazione di una misura cautelare. La richiesta è stata accolta. Gli uomini del Commissariato di Foligno hanno provveduto a rintracciare il 52enne e ad eseguire la misura.