Con 200 piloti l’Italiano Rider-Export di motocross fa il record a Miravalle

Vincono Crisante, Zecchin, Nardi e Zanelli, divisi nelle classi MX1 e MX2

cross
cross

Arezzo, 8 maggio 2023 – Una magnifica domenica di caldo sole, appena appannata - nel tardo pomeriggio - dall’arrivo di qualche nuvola, ha fatto da cornice alla prima prova del Campionato italiano motocross Rider – Expert 2023, organizzata al circuito Miravalle dal Moto Brilli Peri di Montevarchi e da FX Action. Oltre duecento i piloti presenti, cifra-record mai registrata prima per il tricolore riservato ai non-professionisti. “Perché non aveva ancora fatto tappa a Montevarchi” è stato detto, con malcelato orgoglio, dagli organizzatori. In effetti anche stavolta il contesto in cui si è svolta la manifestazione è stato perfetto, con una preparazione quasi maniacale del tracciato (in cui è stato eccezionalmente riaperto il toboga-mozzafiato detto “la buca”) e un’attenzione massima alle condizioni di sicurezza. E infatti, al termine delle due giornate di gare e prove, anche il bilancio del servizio sanitario ha fatto registrare un numero di interventi inferiore alla routine, e solo per casi di modesta entità. Da un’organizzazione così attenta non potevano non scaturire gare spettacolari che hanno mostrato il valore del settore nazionale AMA (abbreviazione di Amatori), conduttori comunque ben preparati e soprattutto combattivi, ma corretti. Nella MX2 Rider si è imposto il diciannovenne abruzzese Daniele Cristante (KTM), davanti a Mattia Guidi (Honda) e all’umbro Davide Mencaroni (Yamaha). Lo studente di Chieti era al debutto sulla pista di Montevarchi, che ha giudicato molto impegnativa e selettiva, caratteristiche che esaltano la sua eccellente prestazione. Dopo il secondo posto nell’edizione 2022 del tricolore, Crisante – seguito come un’ombra dalla mamma, sua prima tifosa – è passato dalla 250 4 tempi alla 2 tempi con l’obiettivo dichiarato di far suo il campionato. E l’avvio sembra dargli ragione. Nella MX1 Rider ha piazzato la zampata vincente il quarantenne padovano Matteo Zecchin (Honda), davanti al siciliano Liborio Faso (Suzuki), campione uscente, e all’abruzzese Loris Rasetta (Gas Gas), che è transitato primo all’arrivo di entrambe le manche ma è stato penalizzato nella prima per un’irregolarità in pista. Zecchin ha ricordato di aver corso l’ultima volta a Miravalle nel 2006, negli Assoluti d’Italia. Si è poi dedicato esclusivamente all’enduro e, al rientro nella velocità in circuito, è tornato su questa pista che anche in precedenza lo aveva visto sempre protagonista. Zecchin ha ammesso di aver messo a frutto l’esperienza per poter controllare Rasetta e conquistare il successo assoluto. Nella MX2 Expert il successo è andato al piemontese Davide Nardi (Honda) che ha preceduto il laziale David Ricci (Fantic) ed il siciliano Michael Faso (KTM). Ventun anni, di Pinerolo, operaio specializzato in un’industria che produce impianti di scarico per moto, Nardi era al debutto nel campionato e sulla pista di Miravalle, che ha poi detto di apprezzare molto. Durante le prove ha sofferto problemi tecnici ed è anche stato vittima di una caduta, ha riparato personalmente la moto, si è rimesso in sesto fisicamente e ha vinto brillantemente gara 1, classificandosi poi secondo in gara 2. Dal podio ha rivolto un ringraziamento al Moto Club MX4Fun di Volpiano – Torino, che lo supporta. Quasi romanzesca la vicenda di Lorenzo Zanelli (KTM), vincitore della MX1 Expert davanti allo spezzino Damiano Criscione (KTM) e al friulano Davide Turchet (Honda). A poco più di una settimana dalla gara, il trentasettenne meccanico di Città di Castello (PG) ha subito il furto della sua moto da gara, dei caschi e di altro materiale. Grazie all’aiuto dei Carabinieri è riuscito a recuperare praticamente tutto in tempi record e a schierarsi al via. In gara 1 ha dato vita ad uno spettacolare duello con l’altro umbro Ivo Lasagna (Yamaha), fino a che l’amico-rivale non è stato costretto al ritiro. In gara 2 un contatto al via con Turchet gli ha fatto perdere molte posizioni e si è dunque dovuto impegnare in una durissima rimonta che gli ha però consegnato la vittoria assoluta. “E’ stata una gara molto impegnativa, il risultato mi ripaga delle sofferenze e preoccupazioni degli ultimi giorni”. Dopo aver organizzato tre gare (di cui due di campionato italiano) in meno di due mesi, ora il Moto Club Brilli Peri osserverà una lunga pausa nell’attività agonistica; la ripresa è in calendario per il 24 settembre con il campionato toscano motocross cui faranno seguito, in rapidissima sequenza, il Trofeo Centro Italia di trial (1 ottobre) e il Trofeo delle Regioni, grande manifestazione nazionale a squadre, ancora di motocross, in programma per il 14 e 15 ottobre.