L’esultanza di Riccardo Ilari
L’esultanza di Riccardo Ilari
di Angela Gorellini In 180 minuti, contro Sinalunghese e Pianese, il Siena si giocherà l’accesso ai play off: un traguardo che si è avvicinato grazie al successo di Bevagna, contro il Foligno (esonerato Vicarelli, al suo posto Murgia), firmato da Agnello e Ilari. Centoottanta minuti in cui i ragazzi di Gilardino dovranno dare fondo a ogni energia...

di Angela Gorellini

In 180 minuti, contro Sinalunghese e Pianese, il Siena si giocherà l’accesso ai play off: un traguardo che si è avvicinato grazie al successo di Bevagna, contro il Foligno (esonerato Vicarelli, al suo posto Murgia), firmato da Agnello e Ilari. Centoottanta minuti in cui i ragazzi di Gilardino dovranno dare fondo a ogni energia per allungare la stagione di una settimana e iniziare a sperare. Quella di domenica al Berni - si gioca in campo neutro per la squalifica del Franchi e a porte chiuse - non sarà una sfida facile: la squadra di Marmorini è già retrocessa, ma non per questo l’impegno deve essere preso sottogamba. Tutt’altro. Mister Gilardino lo ha anzi definito "una delle partite più difficili dell’anno". Dall’Acquacalda, dove Guidone e compagni si sono ritrovati già ieri pomeriggio, sono arrivate buone notizie: Carminati e Ruggeri sono rientrati in gruppo e anche l’infortunio alla caviglia di Martina (rimasto in campo nei minuti finali della gara di mercoledì per non lasciare la squadra in inferiorità numerica), appare meno allarmante del previsto. Il mancino potrebbe farcela. Da valutare Pavlak che ieri si è allenato parzialmente con i compagni.

Non saranno della partita Sare e Forte: per loro stagione finita. Intanto mister Gilardino, che la maglia azzurra sa come si porta, ha fatto il suo personale augurio alla Nazionale di Mancini, che questa sera debutterà all’Europeo: "Faccio un grande ‘in bocca a lupo’ all’Italia - le sue parole -: questa squadra sta facendo divertire. E’ un gruppo di grande qualità, è stato bravo il ct a costruire qualcosa di importante. Ci sono tanti talenti, alcuni dei ragazzi sono migliorati tanto negli ultimi due anni e mi auguro, per tutti gli italiani, che gli azzurri ci facciano sognare".