Siena, 17 agosto 2014 - Sono terminate le riprese della puntata pilota della serie “La Storia dei Santi” scritta e progettata da Lorenzo Raveggi. Prima della serie quella dedicata a Santa Fina da San Gimignano girata fra San Gimignano e Strada in Chianti. Dopo alcuni giorni a Marradi, che hanno visto la partecipazione e l’entusiasmo della gente del luogo e la collaborazione della Misericordia e del sindaco Tommaso Triberti, le riprese del telefilm ambientato fra il ‘200 e i giorni nostri si sono spostate a San Gimignano ricevendo il benvenuto del sindaco Giacomo Bassi.

Fra i bravissimi attori dell’Accademia Teatrale Sperimentale di Marradi, guidata dall’esperta e brava Jolanda Perrotta, l’autore/regista della serie ha scelto due ragazzine poco conosciute per interpretare i ruoli di Santa Fina Josephine Moretti, la comparazione di Fina ai giorni di oggi: Sara Fabbri e Angelica Farneti. Sul set anche Minnie, la colombella attrice rimasta immobile per ore.

“Voglio ringraziare tutti i ragazzi dell’Accademia - afferma Raveggi - che hanno interpretato nel migliore dei modi, ruoli delicati che hanno saputo plasmare con espressioni eccellenti, al punto veramente di farci toccare sul set le più belle sensazioni emozionali”. Il tutto arricchito da scenografie naturali mozzafiato e dalla pellicola, voluta dal regista stesso e dal direttore della fotografia Giancarlo Ceccaglia (La Tenda Rossa con Peter Finch, Claudia Cardinale e Sean Connery). La coppia Raveggi/Ceccaglia sembra infatti voler ricordare a tutti che il cinema è fatto di profondità di campo, di magia di colori e intense inquadrature, un po’ sbiadite dall’avvento del digitale.

Ad accompagnare le immagini c'è inoltre la superba musica del compositore Rodolfo Matulich, autore per Warner ed EMI, oltreché della bellissima Sinfonia della Croce dedicata al 25° anniversario di Pontificato di Giovanni Paolo II.

A scommettere sul progetto è la produttrice Marzia Pissilli che spiega: “Lorenzo scrive e studia costantemente sulla vita dei santi del nostro paese e non solo. Vuole far rivivere il loro splendido carisma e la loro emozionante vita. Il messaggio primario è far credere che ancora certi miracoli accadono nella vita quotidiana di tutti noi basta saperli ascoltare o interpretare. Il lavoro è duro ma proprio guardando e vivendo la sua passione ho creduto in lui. Cercando ancora di credere in questo mestiere e nel poter far sognare oltre a me tutti gli altri. Proprio per questo chiedo una continua e assidua collaborazione a enti, produzioni e sponsor in genere per realizzare le puntate della serie “La Storia dei Santi”. L’argomento ne vale la pena e l’autore merita tanto”.