Una lunga e calda Estate Chigiana. La Filarmonica della Scala in Piazza

Diretta da Myung Whun Chung il 19 luglio. Poi Beatrice Venezi con la Toscanini

Una lunga e calda Estate Chigiana. La Filarmonica della Scala in Piazza

Una lunga e calda Estate Chigiana. La Filarmonica della Scala in Piazza

Un lungo viaggio musicale, attraverso cento eventi, dal 5 luglio al 2 settembre. Dopo la presentazione al Teatro della Scala, l’Accademia Chigiana è tornata a Palazzo Chigi Saracini, per presentare anche a Siena la decima edizione del Chigiana International Festival & Summer Academy intitolata ‘Tracce’. Inaugurazione il 5 luglio al Teatro dei Rinnovati, con il celebre violinista Ilya Gringolts e l’Orchestra della Toscana diretta da Marco Angius, in un programma che passerà anche per György Ligeti, il compositore ungherese scomparso nel 2006 al quale è dedicato il focus di quest’anno. La Filarmonica della Scala diretta da Myung-Whun Chung sarà protagonista del Concerto per l’Italia in Piazza del Campo il 19 luglio, gratuito grazie anche alla collaborazione con il Comune.

"Siamo orgogliosi di poter accogliere a Siena, dopo molti anni di assenza, la Filarmonica della Scala – dichiara Carlo Rossi, Presidente Accademia Chigiana – una delle orchestre più prestigiose del mondo". "Una nuova stagione concertistica – commenta il sindaco Nicoletta Fabio – che vedrà protagonista la nostra città con spettacoli dal vivo unici. Piazza del Campo ancora una volta palcoscenico a cielo aperto della grande musica".

E poi 8 grandi concerti sinfonici, 5 spettacoli d’opera, 8 prime esecuzioni, oltre 800 interpreti musicali coinvolti, 31 corsi, 7 laboratori di produzione, 8 formazioni in residenza per un totale di cento appuntamenti che scandiranno l’estate senese, in città e in altri luoghi, per un festival sempre più diffuso e più seguito a livello internazionale. Luciano Acocella dirigererà l’Orchestra Senzaspine nella magica cornice a cielo aperto dell’Abbazia di San Galgano, Beatrice Venezi alla guida della Filarmonica Toscanini in Piazza del Campo e il gran finale con la Baroque Night con l’orchestra del Mozarteum Salzburg e il Royal College of Music di Londra nella cornice della Villa di Geggiano.

"Con la decima edizione – dichiara Nicola Sani, direttore artistico – la manifestazione accresce il proprio standing internazionale e si posiziona tra i grandi festival di creazione. Con il titolo ‘Tracce’ abbiamo voluto sottolineare il senso del percorso di 10 anni, determinanti per sviluppare una nuova formula di festival sostenibile che ha integrato l’alta formazione e l’attività di sostegno all’avvio alla carriera di futuri protagonisti".

Riccardo Bruni