La sede della Bpv (Ansa)
La sede della Bpv (Ansa)

Prato, 1 aprile 2016 - Dopo molte settimane di attesa, finalmente si conoscono le date esatte di chiusura delle filiali della Banca popolare di Vicenza che ricadono sul nostro territorio. Lo scorso novembre, infatti, l’istituto di credito comunicò una lista di 79 filiali destinate alla chiusura, uffici diffusi in tutta Italia. Tra questi ben quattordici in Toscana e tre nel nostro comprensorio: la Castellina, Carmignano e Montale, che pur trovandosi in provincia di Pistoia è tradizionalmente considerata “pratese”, tanto che la clientela sarà assorbita da Montemurlo.

Secondo quanto risulta, la filiale pratese della Castellina e quella di Carmignano chiuderanno il 6 maggio.

Una settimana dopo toccherà a Montale, il 13 maggio. Le filiali in questione saranno assorbite da altre vicine nell’ambito del piano di riorganizzazione della banca. L’ufficio della Castellina, uno degli ultimi aperti in città, paradossalmente era stato da poco ampliato nell’organico per far fronte alla importante mole di clienti che si trova a gestire. Poco lontano, tuttavia, si trova la filiale della Pietà, poco più giovane ma che dispone di locali più ampi e che quindi assorbirà la clientela e buona parte del personale. Già nelle scorse settimane il trasferimento era gradualmente iniziato. La filiale di Carmignano sarà assorbita da Seano; quella di Montale sarà assorbita da Montemurlo.

Nelle vicinanze da segnalare anche la chiusura di Signa, assorbita dalla filiale di Campi Bisenzio-Indicatore.