NICCOLO' GRAMIGNI
Cronaca

Prato, sequestrata un'area di gestione abusiva di rifiuti

Trovata nascosta all'interno di uno stabile dell'area anche della droga

Il blitz della polizia municipale di Firenze

Il blitz della polizia municipale di Firenze

Prato, 4 luglio 2024 – E' stata sequestrata a Prato, nell'area di Casale, un'area di gestione abusiva di rifiuti. Ne dà notizia, in una nota, la polizia municipale. Nei giorni scorsi, è stato spiegato, un cittadino ha segnalato al comando un via vai di veicoli e persone che da giorni avveniva all’esterno di un capannone nella zona di Casale e gli agenti di piazza Macelli hanno subito iniziato un’attività investigativa che nella giornata di ieri ha fatto scattare il blitz. All’operazione hanno partecipato gli agenti del reparto di Polizia Ambientale, dell’Unità Investigativa e dell’Unità Cinofila. In prossimità dello stabile è stato scoperto dagli agenti un vero e proprio impianto clandestino di gestione di rifiuti depositati in grossi sacchi neri oltre a due veicoli utilizzati per il traffico di questi di cui uno già attenzionato e sequestrato dall’autorità giudiziaria. Di conseguenza, l’intera area, i veicoli e i materiali per lo stoccaggio sono stati sequestrati e due cittadini, di origine nord-africana, di cui uno già noto per aver commesso reati in materia ambientale, sono stati denunciati in quanto ritenuti responsabili della gestione dell’impianto. In uno stabile all’interno dell’area, aveva trovato rifugio anche un altro cittadino, anche lui nord africano e con numerosi precedenti: gli agenti durante le fasi del controllo lo hanno trovato in possesso di strumenti atti al consumo di sostanze stupefacenti. È stato trovato un involucro con all’interno circa un etto di sostanza che poi si è rilevata essere ketamina, che una volta venduta sul mercato avrebbe fruttato qualche migliaio di euro. Oltre alla ketamina è stata trovata anche una piccola quantità di marijuana e materiale necessario per il confezionamento delle sostanze stupefacenti.