Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
6 mag 2022

Billie Holiday Le battaglie e la storia vera

Al Terminale il film denuncia sul razzismo negli Usa. Settembre debutta all’Eden. Pecci: ancora Pasolini

6 mag 2022
Da applausi. Andra Day,. l’attrice protagonista de «Gli Stati Uniti contro Billie Holiday» che si è meritata una nomination all’Oscar. Al cinema Terminale
Da applausi. Andra Day,. l’attrice protagonista de «Gli Stati Uniti contro Billie Holiday» che si è meritata una nomination all’Oscar. Al cinema Terminale
Da applausi. Andra Day,. l’attrice protagonista de «Gli Stati Uniti contro Billie Holiday» che si è meritata una nomination all’Oscar. Al cinema Terminale
Da applausi. Andra Day,. l’attrice protagonista de «Gli Stati Uniti contro Billie Holiday» che si è meritata una nomination all’Oscar. Al cinema Terminale
Da applausi. Andra Day,. l’attrice protagonista de «Gli Stati Uniti contro Billie Holiday» che si è meritata una nomination all’Oscar. Al cinema Terminale
Da applausi. Andra Day,. l’attrice protagonista de «Gli Stati Uniti contro Billie Holiday» che si è meritata una nomination all’Oscar. Al cinema Terminale

Era inevitabile che anche la vita tormentata di Billie Holiday finisse sul grande schermo. La grande voce dell’America degli anni ’40 e ’50 viene raccontata con un valore aggiunto, una componente politica che di solito non compare in questo genere cinematografico. La storia di Eleanora Fagan (il vero nome della cantante) era già stata raccontata 50 anni fa con una discreta performance di Diana Ross, ma "Gli Stati Uniti contro Billie Holiday" al Terminale (stasera alle 21,15) va oltre e affronta la persecuzione di cui è stata vittima la cantante, tanto ribelle da far seguire ad ogni concerto il brano "Strange fruit" divenuto simbolo della denuncia contro i linciaggi del governo nei confronti del popolo di colore. Una canzone che nessuno doveva cantare. Nessuno tranne Billie Holiday, donna libera e coraggiosa. Straordinaria Andra Day l’attrice protagonista che si è meritata una nomination all’Oscar. Sempre in via Carbonaia per la rassegna "Cinefilante", domenica alle 10.30 "Zog e il topo brigante". Da segnalare anche martedì alle 21 un film inedito in città: "La macchina delle immagini di Aldredo C.", storia di un operatore dell’Istituto Luce che riporta in vita antiche bobine raccolte tra il ’39 e il ’43. Sarà presente il regista Roland Seiko.

Al cinema Eden continua con successo la programmazione del nuovo film di Leonardo Pieraccioni "Il sesso degli angeli" ovvero Don Simone, alle prese con una casa di tolleranza in Svizzera, ereditata dallo zio Valdemaro, personaggio bizzaro interpretato da Massimo Ceccherini in stato di grazia (alle 17,, 19 e 21). Un altro week end per "Downtown Abbey 2; una nuova era" (alle 17 e 20.45) e la novità italiana "Settembre" con Fabrizio Bentivoglio (alle 17, 19 e 21). Al Pecci ancora un omaggio a Pierpaolo Pasolini, probabilmente il suo film più popolare e di maggior successo, il "Decameron" tratto dall’opera omonima di Boccaccio, con Ninetto Davoli, Franco Citti, Angela Luce (oggi alle 21.15). E poi ancora "Tromperie" (oggi alle 19), "Bad roads – le strade del donbass" (oggi alle 17). In orari da consultare sul sito, in programmazione nei prossimi gioeni anche "Troppo cattivi" e "Il servo".

Federico Berti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?