Da sinistra, Rossana Giglioli di Pisa Utensili e Andrea Bargagna, intervenuto alla conferenza stampa in rappresentanza del Pontedera Calcio
Da sinistra, Rossana Giglioli di Pisa Utensili e Andrea Bargagna, intervenuto alla conferenza stampa in rappresentanza del Pontedera Calcio
Il logo era apparso la prima volta nella gara vinta col Pescara, due turni fa, è rimasto per la successiva trasferta ad Olbia e ieri è stato presentato ufficialmente. Così anche Pisa Utensili si è unito alla famiglia degli sponsor granata. Il nuovo marchio ha trovato spazio sulla manica della maglia da gioco del Pontedera e nel corso della conferenza stampa di ieri mattina è stata Rossana Giglioli, co-fondatrice, con il fratello Graziano, dell’azienda, nata nel 1980 e situata nella zona industriale di Montopoli, a motivare i perché della scelta di sposare il progetto societario, intanto per un anno. "Il Pontedera – ha...

Il logo era apparso la prima volta nella gara vinta col Pescara, due turni fa, è rimasto per la successiva trasferta ad Olbia e ieri è stato presentato ufficialmente. Così anche Pisa Utensili si è unito alla famiglia degli sponsor granata. Il nuovo marchio ha trovato spazio sulla manica della maglia da gioco del Pontedera e nel corso della conferenza stampa di ieri mattina è stata Rossana Giglioli, co-fondatrice, con il fratello Graziano, dell’azienda, nata nel 1980 e situata nella zona industriale di Montopoli, a motivare i perché della scelta di sposare il progetto societario, intanto per un anno.

"Il Pontedera – ha detto Giglioli – è una tra le realtà sportive più importanti del nostro territorio, così abbiamo avuto l’opportunità di far veicolare al club il nostro marchio e ne siamo felici per diverse ragioni". Che la diretta interessata elenca con chiarezza: "La società non ha conti in rosso, gestisce in modo virtuoso le proprie risorse in un campionato nazionale professionistico di alto livello come la Serie C e nei suoi campi si allenano e si divertono qualcosa come 600 bambini, dalla Scuola Calcio alla Primavera, oltre a due squadre femminili. Inoltre sta lavorando per costruire una curva allo stadio e per aumentare i campi sportivi in modo da far allenare la prima squadra vicina ai piccoli. E’ così che si crea il senso di appartenenza e si nutre la voglia di far bene dei più giovani".

"Quindi – ha concluso l’intervento Rossana Giglioli – alla luce del detto che se vuoi andare veloce corri da solo, ma per andare lontano bisogna correre insieme, noi siamo felici di correre insieme al Pontedera". Con questo accordo salgono così a cinque gli sponsor impressi sulla tenuta da gioco: tre sulla parte anteriore della maglia, Rdv, Devitalia e Sofisport, uno su quella posteriore, Eos Village, uno sui pantaloncini, Sana Pro, e uno, il neo entrato Pisa Utensili (PiU) appunto, sulla manica della maglia. "Ci sono altri due spazi liberi, uno sulla manica e uno sul retro della maglia" ha aggiunto, sorridendo, Andrea Bargagna, intervenuto alla conferenza in rappresentanza del Pontedera.

Prima di partecipare ad una assemblea di Lega (in modalità remoto) il direttore organizzativo del club ha manifestato soddisfazione per questa nuova intesa, e, altra novità, ha annunciato ufficialmente che sarà "la società tedesca Artioli.berlin ad occuparsi del merchandising granata". "Anche per noi – ha concluso Bargagna – sarà così possibile attraverso il nostro sito vendere materiale del Pontedera, aspetto che in questi anni è sempre mancato e che invece è sempre più richiesto dai nostri tifosi. Per questo voglio ringraziare anche Ngm Sport che si occupa della nostra logistica e che farà da tramite con Artioli.berlin". Intanto la squadra ha svolto gli allenamenti in vista della sfida casalinga contro il Teramo (domani alle 14,30), gara che manca dall’ultima giornata del campionato 2015-16 quando al Mannucci le due squadre chiusero sul 3-3 dopo lo 0-0 dell’andata. Dieci i confronti complessivi sostenuti contro gli abruzzesi, che sono in leggero vantaggio con 3 vittorie contro le 2 del Pontedera, mentre 5 sono i pareggi.

Stefano Lemmi