PERILLI 6. Possibile per un portiere rimediare la sufficienza subendo quattro gol? Sì, perché lì davanti c’è una difesa gruviera e gli attaccanti arrivano proprio da tutte le parti. BELLI 5,5. Benino in fase di spinta. Però compartecipa alla dormita collettiva sul primo gol della Salernitana. (BIRINDELLI 6 Diligente e attento in fase difensiva. Ieri non era cosa da poco). CARACCIOLO 5 Scavalcato dal rinvio di Belec in occasione della rete che rompe gli equilibri della partita. Errore grave...

PERILLI 6. Possibile per un portiere rimediare la sufficienza subendo quattro gol? Sì, perché lì davanti c’è una difesa gruviera e gli attaccanti arrivano proprio da tutte le parti.

BELLI 5,5. Benino in fase di spinta. Però compartecipa alla dormita collettiva sul primo gol della Salernitana. (BIRINDELLI 6 Diligente e attento in fase difensiva. Ieri non era cosa da poco).

CARACCIOLO 5 Scavalcato dal rinvio di Belec in occasione della rete che rompe gli equilibri della partita. Errore grave e non da lui.

BENEDETTI 5. Contro il granatiere Djuric se la caverebbe anche, ma quando dalle sue parti transita lo scatenato Tutino è notte fonda: saltato in velocità sul terzo e quarto gol.

LISI 5. Osserva a distanza, quando Kupisz, tutto solo in area di rigore, spinge in rete la seconda rete. Sfortunato, invece, sulla quarta: la diagonale e il raddoppio di marcatura sarebbero anche giusti, ma il rimpallo lo penalizza (MERONI sv In campo negli ultimi cinque minuti).

GUCHER 6,5. Ci prova due volte: prima con una sassata in diagonale, poi con un "piazzato" dal limite. E conquista il rigore. Fra i più pericolosi, nonostante giochi mezzala.

DE VITIS 6. Ordinato e preciso in fase d’impostazione. Sacrificato per ragioni tattiche. (SIBILLI 6,5. L’esordio in B nella partita più difficile non lo scoraggia: "aiuta" Gucher a conquistare i rigore e offre a Soddimo un assist che meriterebbe miglior fortuna).

MAZZITELLI 6,5. Ci prova da centrocampo e va anche in gol di di testa, ma quando il gioco era già fermo per fuorigioco. Fra i più positivi in un sabato da dimenticare.

SIEGA 5,5. Utile per fare densità a centrocampo, ma da un trequartista è lecito attendersi qualcosa in più (SODDIMO 5 Regala palla alla Salernitana in occasione del terzo gol e nel finale sbaglia da distanza ravvicinata).

MASUCCI 5. Un cross al bacio per Marconi e poco altro. "Tano" non è ancora tornato (PALOMBI 5 Nemmeno il tempo di mettere piede in campo e il Pisa incassa il terzo gol. Dopo, però, fa poco per farsi notare).

MARCONI 6. Un’incornata delle sue annullata da un intervento di Belec e il rigore trasformato in modo impeccabile. Un paio di lampi del miglior Marconi.

All. D’ANGELO 5,5. Scommette sul palleggio e sul possesso palla per proteggere la difesa, priva di Varnier e senza lo schermo di Marin. Castori, però, lo beffa con quelle palle lunghe a scavalcare il centrocampo, il miglior reparto dei nerazzurri, per sfruttare gli uno contro dei suoi attaccanti contro la difesa del Pisa.

Francesco Paletti