zorzi
zorzi

Pisa, 27 giugno 2018 - Primo contatto con il mondo dell’università e della ricerca per 230 studenti di tutta Italia, che hanno appena concluso il quarto anno delle scuole superiori e che sono stati selezionati per partecipare alla Scuola di orientamento universitario, suddivisa in tre settimane e promossa in maniera congiunta dalla Federazione di Scuole universitarie superiori Sant’Anna e Normale di Pisa e Iuss di Pavia.

Il primo corso della Scuola di orientamento universitario è iniziato al Sant’Anna di Pisa lunedì 25 giugno e si conclude venerdì 29 giugno. A seguire quello della Normale, ospitato al conservatorio di Santa Chiara a San Miniato (Pisa), tra lunedì 2 e venerdì 6 luglio. Da lunedì 9 a venerdì 13 luglio è il turno della settimana allo IUSS, a Pavia.

I programmi sono stati progettati in maniera congiunta dai tre atenei, seguono un’impostazione omogenea e affrontano con un approccio interdisciplinare temi di ampio respiro, per favorire il confronto, la riflessione e la scoperta di nuovi interessi di studio e di crescita personale, agevolando una scelta consapevole degli studi universitari. I 230 partecipanti totali, tra ragazze e ragazzi, sono stati individuati tra oltre mille candidature, attraverso una selezione articolata in più fasi e svolta in collaborazione con le scuole secondarie superiori. Normale, Sant’Anna, IUSS si sono rivolte alle scuole a marzo, chiedendo di segnalare gli studenti che, per risultati scolastici e per profilo personale, rispondevano ai requisiti al fine di individuare il gruppo di studenti di talento, pronti a mettersi in discussione per liberare i propri sogni e iniziare a costruire il proprio futuro.

Alle tre settimane della Scuola di orientamento universitario partecipano in tutto 112 tra docenti, ricercatori, professionisti, esperti e allievi “ambasciatori” degli ambiti di studio e di ricerca delle tre Scuole universitarie superiori e di altre istituzioni, pronti a fornire una presentazione corale della formazione universitaria di eccellenza.

Alla settimana presso la Scuola Superiore Sant’Anna sono in programma 41 interventi che presentano una prima declinazione dei temi affrontati in ogni corso della Scuola di orientamento universitario: letteratura, arte e scienza, l’attualità dei valori della costituzione, salute e innovazione, spazio e tempo, cielo e terra. Docenti e ricercatori di Sant’Anna, Normale e Iuss sono affiancati da professionisti che portano la loro testimonianza, come l’ex allieva Valeria Spinosa, pubblico ministero al Tribunale di Padova e Ugo Faraguna, docente all’Università di Pisa e presidente dell’Associazione Ex Allievi della Scuola Superiore Sant'Anna.

Confermate le testimonianze che si aggiungono alle lezioni, per mettere in luce come tra il percorso di studi e quello lavorativo ne esista uno di crescita personale e professionale.

Venerdì 29 giugno sono attesi al Sant’Anna di Pisa il campione Andrea Zorzi e Giuliano Amato, a cui è affidata la lezione conclusiva.

Per contribuire a “orientare” la scelta, la Scuola estiva di orientamento che si apre con il primo corso al Sant’Anna di Pisa, presenta lezioni frontali, tavole rotonde e laboratori. In tutte queste occasioni, partendo da un tema centrale, discipline differenti sono messe a confronto per mettere in luce l’attualità e l’interdisciplinarietà dei corsi di studio universitari. Nelle tre settimane degli altrettanti corsi, gli studenti avranno un ruolo centrale e saranno parte attiva nel dibattito, con la partecipazione di docenti e di esperti di numerosi ambiti disciplinari e professionali. Sono previsti anche momenti di confronto con ricercatori e allievi delle tre scuole universitarie superiori, nello spirito di approfondimento e di massima apertura per un’esperienza che si prefigge l’obiettivo di incuriosire, affascinare e coinvolgere facendo così trovare conferma dei primi orientamenti o mettere in discussione le proprie certezze in relazione alla scelta degli studi universitari. Tutte e tre le settimane della Scuola di orientamento universitario si chiudono con l’assegnazione del premio istituito dalle tre Scuole universitarie superiori e intitolato a Luigi Orsenigo, docente di economia dell’innovazione dello IUSS scomparso prematuramente due mesi fa, per ricordare il suo contributo dato alla nascita dei corsi di orientamento federati. La dedizione, l’entusiasmo e l’attenzione umana che contraddistinguevano Luigi Orsenigo hanno lasciato un segno indelebile. Per ricordarlo, i partecipanti sono invitati a raccontare la loro esperienza attraverso un concorso lanciato social su Instagram.

“L’entusiasmo degli studenti dei corsi di orientamento, la freschezza, la spontaneità e la loro profondità che lo appassionavano ogni anno saranno il modo migliore per averlo con noi anche quest’anno”, commentano i docenti che fanno parte del Comitato scientifico della Scuola di orientamento universitario.

I programmi dettagliati sono disponibili su www.santannapisa.it ; www.sns.it ; www.iussspavia.it