La velocista azzurra Anna Bongiorni (foto tratta da Wikipedia)
La velocista azzurra Anna Bongiorni (foto tratta da Wikipedia)

In attesa di diventare pediatra, Anna Bongiorni cerca un debutto coi fiocchi ai Giochi olimpici. Nata a Pisa il 15 settembre del ’93, laureata in Medicina, la velocista figlia d’arte (suo padre è quel Giovanni Bongiorni finalista nella 4x100 metri a Los Angeles 1984) è tesserata del Gruppo Sportivo dei Carabinieri e in Giappone gareggerà nei 100 metri piani e nella 4x100 metri. Nel 2010 ha ottenuto uno dei risultati a cui tiene di più: ai Giochi Olimpici Giovanili di Singapore ha vinto la medaglia di bronzo nella staffetta mista, con formula “svedese”, correndo i 200 metri.

Tra il 2017 e il 2018 ha portato a casa tre medaglie di bronzo dalle Universiadi di Taipei (200m) e dai Giochi del Mediterraneo di Tarragona (100m e 4x100m). La conferma di una crescita costante è arrivata ai Campionati Mondiali di Doha, dove correndo come terza frazionista, ha contribuito a stabilire il nuovo primato nazionale della staffetta 4x100m, guadagnando finale e pass olimpico.

Gianluca Barni