Dare voce ai rifugiati. E’ questo l’obiettivo del progetto ‘Il Redattore errante’ ideato dal circolo Radioattiva, editore di Contatto Radio-Popolare Network, e sostenuto dal programma partecipazione 2021 realizzato da Intersos e dall’Unhcr, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. Si cercano sei persone, preferibilmente con status di rifugiato, che parteciperanno e ad un progetto radiofonico e di formazione per la promozione della...

Dare voce ai rifugiati. E’ questo l’obiettivo del progetto ‘Il Redattore errante’ ideato dal circolo Radioattiva, editore di Contatto Radio-Popolare Network, e sostenuto dal programma partecipazione 2021 realizzato da Intersos e dall’Unhcr, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. Si cercano sei persone, preferibilmente con status di rifugiato, che parteciperanno e ad un progetto radiofonico e di formazione per la promozione della protezione e della partecipazione attiva dei rifugiati alla vita economica, sociale e culturale in Italia. Il Circolo Radioattiva è stato selezionato tra 7 associazioni a livello nazionale le cui proposte verranno finanziate dal programma PartecipAzione 2021. "Il progetto – spiegano da Radioattiva - prevede inizialmente una campagna di comunicazione sul tema dei richiedenti asilo e rifugiati che si svilupperà attraverso quattro puntate di una trasmissione da noi autoprodotta ed una campagna di spot radiofonici, messaggi social e locandine. Lo scopo è selezionare minimo 3, massimo 6 persone titolari di permesso di soggiorno per motivi umanitari, casi speciali, protezione sussidiaria o asilo che vogliano diventare protagonisti, insieme al circolo, del progetto. Una volta selezionati queste persone parteciperanno a due percorsi di formazione: il primo svolto da soci esperti di Radioattiva sarà un vero e proprio laboratorio radiofonico, il secondo riguarda alcune delle persone selezionate e alcuni dei soci del circolo che parteciperanno ad un ciclo di webinar organizzati dal progetto PartecipAzione". Tutto il progetto si svolge tra il 26 aprile ed il 30 settembre con tempistiche molto strette ed un monitoraggio puntuale dei soggetti finanziatori. Coloro che sono titolari di permesso di soggiorno per motivi umanitari, casi speciali, protezione sussidiaria o asilo politico e sono interessati a partecipare volontariamente al progetto (se residenti nelle province di Massa-Carrara, La Spezia o Lucca) possono proporre la candidatura entro il 19 maggio a amministrazione@contattoradio.it allegando copia del permesso di soggiorno, una presentazione personale completa e un recapito telefonico. Le selezioni si terranno il 21 e 22 maggio in modalità online e le attività inizieranno il 24 maggio.