‘Torano notte e giorno’ tra musica e cultura

A Carrara, la rassegna d'arte contemporanea "Torano Notte e Giorno" offre musica, cultura, gastronomia e eventi dedicati alla sensibilizzazione sociale, ispirati a "La Fabbrica del Cioccolato". Direzione artistica di Emma Castè, con concerti, spettacoli, focus sulla violenza sui disabili e omaggio a Erminia Orsi. Mostra su donne internate a Maggiano.

‘Torano notte e giorno’ tra musica e cultura

‘Torano notte e giorno’ tra musica e cultura

Non solo arte e installazioni tra piazze, vicoli e scantinati, anche musica, cultura, intrattenimento e gastronomia nel borgo dei cavatori per ‘Torano Notte e Giorno’. La rassegna diffusa di arte contemporanea, promossa dal Comitato Pro Torano, dal 25 luglio al 13 agosto, si ispira quest’anno a “La Fabbrica del Cioccolato” di Willy Wonka. La direzione artistica di Emma Castè ha disegnato anche tantissimi eventi e iniziative per serate spensierate, leggera ma anche ricche di emozioni e contenuti. Dalla musica in piazza con tante cover band d’autore e il concerto dei “Formula 3”, agli spettacoli portati in scena sullo sfondo della scalinata della chiesa alle tematiche sociali con l’appuntamento con ‘RispettiAmoci’, il focus dedicato quest’anno alla violenza e ai maltrattamenti sui disabili con esperti, giornalisti e medici, la sesta edizione del concorso di poesia in dialetto, fino ai suggestivi fuochi d’artificio sparati dalle cave Ruggetta offerti dalla ditta Calacata Borghini. Per il vernissage, giovedì 25 alle 19.15, la “prima” passeggiata alla scoperta delle opere dislocate nel borgo, animata dai ‘Fuochi Fatui’. Tanti i concerti in menu e diverse serate per gli appassionati del teatro e dello spettacolo. Nella piazza Ammiraglio il salotto letterario grazie alla collaborazione con Cesare Bassani. Verrà anche apposta una targa per ricordare Erminia Orsi, la donna natia di Torano che salvò centinaia di ebrei dalle barbarie naziste e dai campi di concentramento mettendo a rischio la sua vita. Poi la mostra audio-visiva “Donne internate a Maggiano”, promossa da ‘Scritture Femminili’ e nata da un’idea di Alessandra Celi e Luciana Vietina, nella chiesa dei Santi Quattro a ingresso libero.