Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
2 ago 2022
2 ago 2022

Il Ghiviborgo ingaggia l’Ibrahimovic dei dilettanti Pera prende il posto di Maione che ha detto di "no"

L’esperto bomber, 38 anni ex Lucchese ed altre "big" alla corte di Maccarone con Mukaj e Videtta

2 ago 2022

Ha preso il via ieri la preparazione vera e propria del nuovo Ghiviborgo: dopo cinque giorni di allenamenti per ritrovare un certo grado di tonicità muscolare, infatti, il gruppo a disposizione di Massimo Maccarone ha iniziato il ritiro a Gromignana, piccola frazione del Comune di Coreglia Antelminelli, dove alloggia, per poi scendere a valle per una doppia seduta giornaliera fino al prossimo 13 agosto: un periodo importante per fare gruppo, mettere sulla gambe notevoli carichi di lavoro e trovare una prima quadratura di squadra, visto che, come noto, si tratta di un Ghivi quasi completamente rinnovato, fatta eccezione per i riconfermati Nottoli e Bongiorni. Ma i colchoneros non sono ancora del tutto al completo, con il fine settimana appena trascorso che ha riservato alcuni cambiamenti e tre arrivi importanti.

Dato per certo, l’ingaggio dell’attaccante partenopeo Vincenzo Maione è saltato: evidentemente il ragazzo non ha ritenuto la Media Valle del Serchio la realtà giusta per potersi esprimere. Sta di fatto che lo staff tecnico, guidato dal direttore sportivo Sasha Remaschi, è subito corso ai ripari, con l’ingaggio dell’esperto attaccante lucchese Manuel Pera, 38 anni, cresciuto da ventenne nel calcio dilettanti con le maglie di Lammari, Piano di Coreglia, Mario Micheli e Barga, per poi spiccare il volo con il passaggio alla Lucchese (dal 2008 al 2010) ed accumulare campionati di serie "D" in serie, soprattutto in Romagna e Marche, dal Delta Po alla Recanatese, Ancona, Metalica e Rimini fino al Forlì, realizzando la bellezza di 284 reti.

Negli occhi delgi sportivi locali è ancora fresca la grande prestazione di Pera proprio al "Carraia" di Ghivizzano nell’ultimo campionato. Un attaccante eclettico e molto forte, un giocatore vero, con l’incognita, però, della condizione fisica che, spesso, ne ha limitato le ultime stagioni: un sorta di Ibrahimovic dei dilettanti, fondamentale per fortificare un gruppo tutto da costruire.

Manuel Pera va ad aggiungersi al trentenne difensore centrale Alessandro Videtta (un passato a Treviso, Carrara e Pontedera), arrivato nei giorni scorsi dalla Pro Sorgenti Livorno e ad un altro difensore centrale, l’italo-albanese Luis Mukaj, classe 2002, proveniente dalla Torres, dov’è stato uno dei protagonisti del bel campionato condotto dalla compagine sarda.

Ora si cerca un attaccante per chiudere il cerchio e sono attese novità nelle prossime ore: staremo a vedere. Nel frattempo tutti a lavorare sul campo, per iniziare finalmente a fare sul serio con i primi test: domani (mercoledì 3 agosto) alle ore 19 "sgambata" casalinga contro il Poggio (Terza categoria); sabato 6 impegno più probante con lo Scandicci, sempre al "Carraia" di Ghivizzano; come mercoledì 10, quando arriva il River Pieve dell’"ex" Pacifico Fanani (Eccellenza).

Flavio Berlingacci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?