Shaka Mawuli Eklu, ventitreenne mediano ghanese, è, ormai, da considerarsi un calciatore del Sudtirol, squadra prima in classifica nel girone "A" della serie "C". La trattativa, avviata da giorni, è in dirittura di arrivo. Le "parti" interessate, gli altoatesini e i rossonmeri, stanno lavorando per superare gli ultimi ostacoli, ovviamente di natura economica. L’affare dovrebbe...

Shaka Mawuli Eklu, ventitreenne mediano ghanese, è, ormai, da considerarsi un calciatore del Sudtirol, squadra prima in classifica nel girone "A" della serie "C". La trattativa, avviata da giorni, è in dirittura di arrivo.

Le "parti" interessate, gli altoatesini e i rossonmeri, stanno lavorando per superare gli ultimi ostacoli, ovviamente di natura economica. L’affare dovrebbe concludersi intorno a 90mila euro.

Alla luce del fatto oggettivo che il giocatore ha ormai la testa al Sudtirol, va da sé che non verrà schierato martedì prossimo, nel recupero al "Porta Elisa" contro l’Imolese, a meno che l’ufficialità del suo trasferimento non avvenga nelle prossime ore. La conferma indiretta arriva dal fatto che il giocatore da qualche giorno si allena a parte.

Intanto il giovane Schimmenti è rientrato per fine prestito al Catanzaro.

Dal momento che la società ha detto e ripetuto che non vuole indebolire l’organico, sarà interessante vedere dove andrà a parare Daniele Deoma.

Sembra che l’obiettivo della Lucchese sia, ora, una mezz’ala offensiva, visto che a metà campo Pagliuca può sempre contare su Minala, Picchi, Frigerio, Visconti, Bensaja, e Brandi. Un esterno offensivo da mettere in ballottaggio con Semprini o con lo stesso Belloni, fermo restando Fedato. Sul taccuino del diesse rossonero ci sono almeno un paio di "profili" Il più caldo è quello del classe 2001 Marco Zunno. Un trequartista della Cremonese.

L’imminente partenza di Eklu per Bolzano potrebbe non essere la sola, alla luce delle richieste arrivate, soprattutto per Semprini e Baldan.

Se, da un lato, si tratta di portare a casa un bel po’ di soldi, che fanno sempre comodo, dall’altra c’è la necessità di non indebolire l’organico.

Far coincidere le due esigenze è l’arduo compito che attende il direttore sportivo rossonero Daniele Deoma.

Infine, la partita tra Olbia e Lucchese è stata posticipata a domenica 23 gennaio, con inizio alle 14,30.

Emil. Pell.