Fra la sconfitta interna con il Lentigione e l’attesa per il derby del “Necchi Balloni“ di Forte dei Marmi contro il Real Forte Querceta, in un turno infrasettimanale di grande importanza. Questo l’attuale momento del GhiviBorgo, che si interroga sulle cause dell’involuzione che hanno portato allo stop di sabato, in un anticipo dal gusto molto amaro per tutto l’ambiente, che si era un po’ illuso dopo le due vittorie consecutive con Rimini e Correggese, e che invece torna ora a vedere i fantasmi, pur con tutte le attenuanti del caso. Le assenze di capitan Bertolini, che rientrerà domani, e del terzino Poggesi, ancora fermo ai...

Fra la sconfitta interna con il Lentigione e l’attesa per il derby del “Necchi Balloni“ di Forte dei Marmi contro il Real Forte Querceta, in un turno infrasettimanale di grande importanza. Questo l’attuale momento del GhiviBorgo, che si interroga sulle cause dell’involuzione che hanno portato allo stop di sabato, in un anticipo dal gusto molto amaro per tutto l’ambiente, che si era un po’ illuso dopo le due vittorie consecutive con Rimini e Correggese, e che invece torna ora a vedere i fantasmi, pur con tutte le attenuanti del caso.

Le assenze di capitan Bertolini, che rientrerà domani, e del terzino Poggesi, ancora fermo ai box per infortunio, si sono fatte sentire più del dovuto, vero mister?

"Assenze importanti, ma non per questo abbiamo perso - precisa Simone Venturi - , sbagliato l’atteggiamento ed un primo tempo regalato agli avversari".

Manca però un difensore laterale del 2002 per rimpiazzare Poggesi?

"Vedremo di prendere provvedimenti" confessa Venturi, che lascia dunque aperta una finestra sul mercato, con la società che intende intervenire già da oggi, per mettere a disposizione dell’allenatore una valida alternativa in quel ruolo e, soprattutto, una quota del 20022003, necessaria per non stravolgere lo schieramento, visto che pare proprio che per Poggesi l’assenza sia piuttosto lunga, si parla di un mese.

Detto questo, torniamo sulla sconfitta con il Lentigione, la prima della gestione Venturi. Come mai mister ha schierato insieme Nottoli e Chianese?

"Scelta quasi obbligata, ho dovuto adattare Fazzi nel ruolo di terzino, dato che Gautieri non era ancora tesserabile per motivi burocratici, cambiando di conseguenza il centrocampo".

Con le sostituzioni in avvio di ripresa ha provato a dare la scossa, in parte ci è riuscito, ma il più deludente è stato Felleca?

"Questo lo dite voi, a me non piace parlare dei singoli, ho fatto le mie valutazioni ed ho cercato di cambiare la partita. La squadra si è poi espressa meglio, è mancato solo il gol del pareggio".

Un giudizio sull’ultimo nuovo arrivato, l’attaccante Nieri?

"E’ entrato in campo con la testa giusta, al di là del suo gol annullato. E’ un ragazzo che ci sarà molto utile, con la sua tecnica e fisicità in avanti".

Ripartire dunque dal secondo tempo con il Lentigione, il primo è da dimenticare...

"Nel primo tempo abbiamo commesso troppi errori banali, poca pressione e poca qualità di gioco, mentre nella ripresa siamo migliorati. Contro il Real Forte dovremo sicuramente fare di più, e per tutta la partita, su questo non c’è dubbio".

Con un occhio al mercato e con le testa già alla sfida contro i versiliesi degli ex, a cominciare da trainer Christian Amoroso, gara dove rientrerà capitan Bartolini, e questa è una bella notizia, ma per la quale l’incognita è rappresentata dalla quarta “quota“ da mandare in campo, quella più giovane, che finirà di nuovo per condizionare le scelte di formazione. Nel frattempo il gruppo riprende a lavorare sul campo, con gli impegni così ravvicinati che sono quasi un bene per cercare un immediato riscatto, pur con l’incognita della condizione fisica, da recuperare in fretta per essere pronti e per tornare fin da subito a fare punti.

Flavio Berlingacci