La nonna, appassionata di ciclismo, l’ha indirizzata su questa disciplina, quella delle due ruote a pedali, quando lei, invece, si era indirizzata su altre attività. E’ così che è approdata a questo sport e, adesso, arriva in Lucchesia Martina Bassi (foto), la neoarrivata alla corte del team Pro Cycling Team Fanini. Si allarga la… famiglia, dunque. Dopo Chia Petrelli e Alessandra Grillo, alla corte del direttore generale Manuel Fanini è arrivata un’altra promettente giovane: si tratta, appunto, della bergamasca...

La nonna, appassionata di ciclismo, l’ha indirizzata su questa disciplina, quella delle due ruote a pedali, quando lei, invece, si era indirizzata su altre attività. E’ così che è approdata a questo sport e, adesso, arriva in Lucchesia Martina Bassi (foto), la neoarrivata alla corte del team Pro Cycling Team Fanini.

Si allarga la… famiglia, dunque. Dopo Chia Petrelli e Alessandra Grillo, alla corte del direttore generale Manuel Fanini è arrivata un’altra promettente giovane: si tratta, appunto, della bergamasca Martina Bassi (classe 2001), ma non ancora ventenne.

Curioso il suo inizio di carriera. "Ho cominciato a interessarmi del ciclismo – ha ricordato Martina Bassi – mentre praticavo danza e atletica, per puro divertimento, grazie a mia nonna, il mio punto di riferimento, grande appassionata di questo sport".

"Le mie prime gare – prosegue la Bassi – risalgono a quando avevo 9 anni, con il fuoristrada (Scuola Mtb Sorisole Petosino" di Bergamo); con loro sono riuscita a vincere il titolo regionale e quello provinciale. Successivamente, con il Team Bramati, ho iniziato a gareggiare anche nel ciclocross". "Poi – aggiunge la nuova stella di Fanini – sono passata alla Merida Italia Team, squadra emiliana con la quale ho corso per ben quattro anni, vincendo parecchi campionati regionali, sia nella mtb che nel ciclocross".

Quindi una vasta esperienza, malgrado la giovane età, ma tutta legata al fuoristrada. Poi è accaduto un fatto decisivo, come lei stessa racconta: "Nel giugno 2019 una brutta caduta mi ha fatto scoprire la strada (era l’unica bici che potevo utilizzare per riprendermi dall’infortunio) e me ne sono subito innamorata. Infine, nel 2020, in mezzo al caos covid, sono riuscita a disputare la mia prima stagione su strada correndo per la bergamasca Eurotaeget Bianchi Vittoria, con ds l’ex professionista Giovanni Fidanza".

"Ora – conclude la Bassi – voglio dare tutto per la Pro Cycling Team Fanini. Sono molto motivata e decisa a raggiungere alcuni obiettivi che, per scaramanzia, non voglio rivelare".

Intanto, domenica, il team diretto da Giuseppe Fiscarelli correrà in provincia di Padova. Purtroppo la formazione sarà rimaneggiata a causa dei gravi infortuni patiti nell’ultima prova di Corridonia (Alessandra Grillo out per un paio di mesi, Giulia Luciani ancora a riposo). A disposizione, quindi, ci saranno: Stefania Belloni, Chia Pedrelli, Ylenia Fiscarelli e, appunto, Martina Bassi. Un team giovane, ma pur sempre in grado di poter lottare e mettersi in evidenza nelle varie prove che arriveranno, covid permettendo, nelle prossime settimane.

Massimo Stefanini