Il 46enne è stato arrestato dai carabinieri

Lucca, 11 giugno 2018 - Non sapete chi sono: vi faccio licenziare». È la risposta che si è sentita sputare in faccia una pattuglia di carabinieri sabato notte lungo la statale del Brennero. Per capire cosa è successo si deve riavvolgere il nastro di un quarto d’ora. Poco prima infatti i militari avevano bloccato un’auto con a bordo sei persone diretta verso Pisa. La stessa che era sfrecciata a un incrocio, passando con il rosso pieno. I carabinieri dopo un breve inseguimento sono riusciti a bloccare l’utilitaria. 
I militari dopo averle chiesto i documenti si sono sentiti rispondere: «Non sapete chi sono io: leggete bene il nome sul mio documento perché vi potrebbe costare caro». Fra le frasi che la giovane avrebbe pronunciato ci sarebbe anche un riferimento al padre, carabiniere. E al fatto che, proprio lui sarebbe stato in grado di far licenziare i due militari. Ma la crisi isterica e, forse qualche bicchiere di troppo, non hanno fatto altro che peggiorare la situazione già resa pesante dalle infrazioni commesse dal conducente. I militari dopo aver provato (invano) a farla ragionare hanno sfoderato una multa salata per il conducente al quale sono stati anche decurtati punti sulla patente. Al vaglio il comportamento della giovane che rischia una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale. Quelle parole sparate durante una notte brava potrebbero costarle caro.