I tifosi del Livorno in Curva Nord
I tifosi del Livorno in Curva Nord

Livorno, 29 maggio 2017 - Cresce l'attesa per la sfida dei 'quarti' di mercoledì: alle 18,30 fischio d'inizio di Livorno-Reggiana al 'Picchi'.

I tifosi sono impazienti, fanno quadrato intorno alla squadra di Foscarini, pronti a incitare gli amaranto dal primo all'ultimo minuto. Le vendite dei biglietti stanno andando piuttosto bene: nella serata di lunedì ammontano a più di tremila i tagliandi acquistati per assistere al match. Ma ci sono ancora un giorno e mezzo a disposizione per i 'ritardatari'. Da Reggio Emilia arriveranno in cinquecento. 

La squadra intanto prosegue la preparazione al Cento Coni di Tirrenia. Foscarini ricorrerà al collaudato 4-3-1-2. Servirà un gran lavoro a centrocampo (Giandonato, Luci, Valiani, con Venitucci a ridosso delle punte) e servirà la mira migliore di Maritato e Vantaggiato in attacco, oltre a una difesa attenta guidata da un Mazzoni che, nelle ultime prestazioni, si è mostrato in splendida forma.

Un cenno all'arbitro. Come tutti sanno, a dirigere Livorno-Reggiana è stato designato Giua, sardo di origine, della sezione di Pisa. La nomina di questo direttore di gara ha acceso il dibattito fra i tifosi: perché un direttore di gara proprio della sezione di Pisa? Giua ha già diretto il Livorno nella partita vinta in trasferta per 1-0 contro il Tuttocuoio. E' un arbitro dal 'cartellino facile'. Ma i giocatori non dovranno lasciarsi condizionare da questi discorsi: ciò che conta è scendere in campo determinati, attenti, grintosi dall'inizio alla fine e fortemente motivati a mettere in cassaforte un risultato importante.