Firenze, 25 giugno 2019 - Tanti ospiti del mondo delle istituzioni e del calcio. Oltre ai lettori, che si sono commossi al termine della proiezione del documentario sportivo realizzato da La Nazione su Romeo Menti, storico giocatore della Fiorentina e del Torino morto nella tragedia di Superga. Il suo amore per la Fiorentina era grandissimo.

E proprio a Firenze riposa. A raccontare questa storia in un documentario è stato Roberto Davide Papini, giornalista del quotidiano fiorentino, in forza alla redazione web. Attraverso il video e l'intervista a personaggi del mondo dello sport viene ricostruita la figura di Romeo Menti.

image

Che, al bavero della giacca, aveva sempre un giglio, per mostrare la sua appartenenza al mondo viola. Tanti gli ospiti presenti alla proiezione. Tra gli altri, il presidente del consiglio comunale Eugenio Giani e il cantante e attore Narciso Parigi, che conobbe Menti all'epoca in cui il giocatore era tra le fila viola.

A introdurre il pomeriggio, il direttore de La Nazione Francesco Carrassi, che ha sottolineato la figura di Menti e il suo grande amore per il calcio e per Firenze. "Menti - ha poi detto il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani - è il simbolo di un calcio d'altri tempi. In platea, anche Domenico Beccaria, arrivato da Torino, direttore del museo del Grande Torino. Proprio Beccaria compare nel documentario e racconta il Menti dell'epoca granata.