Spezia-Ternana (foto LaPresse)
Spezia-Ternana (foto LaPresse)

La Spezia, 10 marzo 2018 – Finisce in parità il match della nona giornata al Picco. Spezia e Ternana si dividono la posta. In campo due aspettative differenti: c’è chi ambisce ai playoff come lo Spezia e chi alla salvezza, come la Ternana. Un punto a testa per l’1-1 fissato dal vantaggio ospite di Finotto e risposta (tutto nel primo tempo) di Forte.

Gallo decide di effettuare del turnover inserendo a sorpresa Ceccaroni al posto di Giani in difesa, Maggiore per Mora a centrocampo e Forte a sostituire Granoche in attacco. Nessuna novità rispetto a quanto previsto per Canio che, con modulo speculare, si affida alla coppia d’attacco composta da Finotto e Montalto, con alle spalle il fantasista Tremolada.

Partono con slancio le due formazioni: lo  Spezia al 2’ con il tiro di Mastinu deviato in angolo da un difensore, su cui Forte non riesce ad arrivarci, mentre dall’altra parte la Ternana approfitta di un errore di De Col e Bolzoni a centrocampo, ma Montalto calcia poi debolmente verso Di Gennaro che blocca facile. Sugli sviluppi di un corner, la girata di al 7’ di Signorini, proiettato in avanti, non impensierisce Di Gennaro. Rischia molto lo Spezia al 13’, sul cross di Favalli dalla sinistra cade Montalto in contrasto con Ceccaroni e Defendi, che ruba il tempo a Lopez, la scaglia alta da buonissima posizione. Due calci d’angolo consecutivi per gli aquilotti al quarto d’ora e sul secondo, sempre calciato da Mastinu, Terzi in tuffo non inquadra la porta. Le due squadre si fronteggiano a viso aperto e a centrocampo si lotta molto. Colpisce la schiena di Rigione e va sul fondo il bel tiro di Pessina dal limite al 22’. Poi, la Ternana passa in vantaggio: al 28’, bello schema su punizione con Tremolada che serve al centro Finotto, bravo a smarcarsi e ad infilare di destro Di Gennaro. È lo 0-1. Poi i rossoverdi, per l’occasione in maglia verde acceso striato, sfiorano il raddoppio al 32’, ma sul corner di Tremolada, Signorini sul secondo palo colpisce  la base del legno, con sfera poi sul fondo. Lo Spezia perviene al pareggio al 43’: sul traversone di Pessina dalla trequarti un assist fortuito di Marilungo smarca Forte che scarica il suo sinistro in gol, su cui Sala non può opporsi. È l’1-1.

Senza recupero finisce la prima parte di gara e dopo l’intervallo in campo ci sono gli stessi 11: passano 50’’ e sulla punizione di Mastinu dalla sinistra interviene di esterno Marilungo e Sala respinge sulla propria sinistra. Tenta invece il tiro a giro, al 9’, Marilungo con palla non lontanissima dal ‘sette’ alla sinistra del portiere ospite. Controlla bene, ma calcia alto Pessina, sul corner di Ammari al 32’. Spreca invece un bel contropiede Varone, tirando da fuori area invece di cedere ai compagni che stavano sopraggiungendo al 42’. Nel recupero la Ternana usufruisce di un calcio di punizione a due in area, per un retropassaggio di Bolzoni a Di Gennaro, ma Montalto scaglia il pallone contro la selva di uomini. Poi, dopo 6 minuti di recupero, l’arbitro decreta chiusa la partita. In un finale molto nervoso.

Spezia-Ternana 1-1 (pt 1-1)

SPEZIA (4-3-1-2): Di Gennaro; De Col, Terzi, Giani, Lopez; Maggiore (23’ st Mora), Bolzoni, Pessina; Mastinu (29’ st Ammari); Marilungo, Forte. A disp. Manfredini, Capelli, Giani, Juande, Gilardino, Augello, De Francesco, Masi, Granoche, Vatteroni. All. Gallo.

TERNANA (4-3-1-2): Sala; Vitiello, Rigione, Signorini, Favalli; Defendi (20’ st Ferretti), Bordin (40’ st Varone), Signori; Tremolada (29’ st Valjent); Finotto, Montalto. A disp. Plizzari, Valjent, Angiulli, Statella, Piovaccari, Albadoro, Zanon, Repossi, Carretta, Gasparetto. All. De Canio.

Arbitro: Martinelli di Roma (assistenti Imperiale di Genova e Citro di Battipaglia; quarto uomo Guarnieri di Empoli).

Marcatori: 28’ pt Finotto (T), 43’ pt Forte (S).

Note: spettatori paganti 732, per un incasso di 3.818 euro; abbonati 4.200 con una quota di 25.143 euro.  Allontanato Gallo (S) per proteste al 40’ pt. Ammoniti Lopez, Terzi, Signorini, Mora. Tiri in porta 4-4. Tiri fuori 5-4. In fuorigioco 1-2. Angoli 14-2. Recuperi 0’ pt e 6’ st.