Il Circolo Pattinatori Grosseto torna sul mercato e lo fa in grande stile, assicurandosi il forte attaccante viareggino Romeo D’Anna. Un colpo da novanta per la società del presidente Stefano Osti, che inserirà nel roster di A1 il 28enne versiliese al posto di Luigi Brunelli, che torna a Castiglione, in A2. "D’Anna - sottolinea il presidente Stefano Osti - è...

Il Circolo Pattinatori Grosseto torna sul mercato e lo fa in grande stile, assicurandosi il forte attaccante viareggino Romeo D’Anna. Un colpo da novanta per la società del presidente Stefano Osti, che inserirà nel roster di A1 il 28enne versiliese al posto di Luigi Brunelli, che torna a Castiglione, in A2.

"D’Anna - sottolinea il presidente Stefano Osti - è un’occasione a sorpresa che non ci siamo lasciati sfuggire. Siamo contenti che ci sia capitata questa opportunità di completare definitivamente la rosa con un giocatore ancora giovane ma con tanta esperienza di A1. Sono bastati pochi minuti per trovare un accordo con Romeo, dopo aver verificato la grande voglia di giocare in A1, unita al nostro grande desiderio di usufruire delle sue prestazioni". Prima di approdare in Maremma, Romeo D’Anna ha disputato dieci campionati in A1, dei quali sette nel Cgc Viareggio (ha esordito in A1 a 19 anni nella stagione 2010-2011), una a Breganze (2016-2017) e due a Scandiano (dal 2017 al 2019), dove ha giocato con Buralli e Saavedra. "Durante il lockdown - dice il neoacquisto biancorosso Romeo D’Anna - ho avuto 3-4 offerte da squadre di A1. Il Viareggio mi voleva in A2. Con il passare delle settimane, però, mi sono reso conto che la mia volontà era di rimanere in A1. Ed è arrivata la chiamata del Grosseto". "Sono contento della scelta fatta - aggiunge D’Anna - mi sono subito reso conto di trovarmi di fronte persone perbene, con un bel progetto e con tanta voglia di fare. Il Cp mi ha subito trasmesso entusiasmo e la voglia di fare l’A1 con tanti nuovi stimoli. E ho accettato subito". D’Anna ha un record personale di 19 reti nella prima stagione a Scandiano e si presenta a Grosseto per diventare protagonista: "Mi piace dare noia alle difese, essere una spina nel fianco. Con il passare degli anni sono diventato sempre più un giocatore da area di rigore".