Osservatorio acquisti. In aumento la spesa per le auto usate: 84 milioni di euro

I dati sui beni durevoli rilevati da Findomestic per Grosseto. La nostra provincia la crescita complessiva è dell’8,8% . Per gli elettrodomestici si registra un +3,5%, 23 milioni di euro.

Osservatorio acquisti. In aumento la spesa per le auto usate: 84 milioni di euro

Osservatorio acquisti. In aumento la spesa per le auto usate: 84 milioni di euro

Nel 2023 in provincia di Grosseto sono stati spesi 294 milioni di beni durevoli. È quanto emerge dalla 30° edizione dell’Osservatorio Findomestic realizzato in collaborazione con Prometeia. Secondo gli ultimi aggiornamenti forniti dall’osservatorio Con 5 miliardi e 619 milioni di euro spesi in beni durevoli nel 2023, la Toscana si colloca al 6° posto fra le venti regioni che hanno acquistato di più, ma il dato migliore è la crescita: il +11% vale il primato in Italia, oltre la media nazionale del +8,9%. A Grosseto l’aumento della spesa in beni durevoli del +8,8% è in linea con la media nazionale ma resta inferiore alla media della Toscana. In provincia i milioni di euro spesi in beni durevoli sono 294 e a pesare di più sono stati gli acquisti in auto usate: 84 milioni di euro contro i 73 del ’22 a + 15,6%. Per le auto nuove invece l’importo ammonta a 67 milioni con un +26,1% che posiziona Grosseto al settimo posto per crescita nel comparto fra le 107 province italiane. Secondo i dati dell’Osservatorio Findomestic, invece, il mercato dei motoveicoli ha registrato 11 milioni di fatturato e un +19,3%. Trend positivi anche per gli elettrodomestici (+3,5%, 23 milioni di euro) e per i mobili (+0,1%, 69 milioni). In negativo come nelle altre province toscane l’elettronica di consumo, scesa a 7 milioni dai 9 del 2022 (-29,2%), l’information technology in calo del 7,3% a 9 milioni, e la telefonia in flessione del 3% a 24 milioni di euro. A livello provinciale, l’incremento più importante nei consumi si è registrato a Firenze (+13%, 1 miliardo e 593 milioni di euro). Bene anche Pisa, Lucca, Pistoia e Prato, tutte province con variazioni pari o superiori all’11%. "I comparti più dinamici – commenta Claudio Bardazzi (foto), Responsabile Osservatorio Findomestic – sono quelli legati alla mobilità, con la spesa in crescita del 25,5% per le auto nuove (1 miliardo e 631 milioni) e del 20% per le usate (1 miliardo e 368 milioni), superiori sia rispetto alla media italiana che alla macroarea di riferimento".