Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
20 giu 2022

Il premio internazionale della traduzione di Capalbio entra nel vivo: scelte le sei opere

Il direttore artistico Daniele Petruccioli: “Tante candidature e alcune esclusioni dolorose sono state inevitabili”

20 giu 2022
Un altro appuntamento previsto per agosto
Un altro appuntamento previsto per agosto
Un altro appuntamento previsto per agosto
Un altro appuntamento previsto per agosto

Capalbio, 20 giugno 2022 - Dopo il grande successo del Capalbio film festival, prosegue il lavoro per il cartellone estivo promosso dalla Fondazione e dal Comune di Capalbio. Un altro importante appuntamento, che si svolgerà alla fine del mese di agosto, sarà la consegna, durante il premio internazionale Capalbio “Piazza Magenta”, del premio internazionale per la traduzione di Capalbio. Un’iniziativa che esordisce quest’anno con la guida del direttore artistico Daniele Petruccioli che vedrà protagoniste molte opere letterarie di grande valore. “Abbiamo ricevuto più di sessanta candidature – dichiara Daniele Petruccioli – ed è stato molto complicato scegliere. Inevitabilmente, ho dovuto lasciar fuori dalle opere finaliste alcune traduzioni di ottimo livello. Sono convinto, infatti, che non sarà affatto facile procedere ad un’ulteriore scrematura dei testi, come non sarà semplice individuare il testo meritevole del podio più alto”. I titoli scelti dal direttore artistico sono sei, di cui cinque romanzi e una raccolta di poesie: “Ulisse” di James Joyce, nella nuova traduzione dall’inglese di Enrico Terrinoni (Bompiani); “L’amore al tempo dell’odio” di Florian Illies, nella traduzione dal tedesco di Francesco Peri (Marsilio); “La lingua perduta delle gru” di David Leavitt, nella nuova traduzione dall’inglese di Fabio Cremonesi (Sem); “Vita e opinioni di Zacharias Lichter” di Matei Calinescu, nella traduzione dal rumeno di Bruno Mazzoni (Spider&Fish); “Nel centro di ogni cosa. Poesie 1890-1910” di Hugo von Hofmannstahl, nella nuova traduzione dal tedesco di Andrea Landolfi (Del Vecchio Editore); “La cercatrice di funghi” di Viktorie Hanišová, nella traduzione dal ceco di Letizia Kostner (Voland). Le opere selezionate adesso saranno valutate dalla Giuria dei grandi lettori che individuerà i tre titoli finalisti. “Il premio per la traduzione – commenta il sindaco Gianfranco Chelini – è un’iniziativa che arricchisce il premio internazionale Capalbio ‘Piazza Magenta’. La volontà è quella di incentivare la crescita del nostro territorio, dal punto di vista sia culturale che del turismo, in ambito anche internazionale. Il premio per la traduzione è un altro elemento del progetto di internazionalizzazione nel quale abbiamo deciso di credere”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?