ORBETELLO

"Anas, un enigma senza fine". Inizia così l’incipit della risposta che il difensore Civico della Toscana, Sandro Vannini, scrive dopo la richiesta che era stata poresentata alla società che gestisce le strade statali qualche settimana fa. "Trasmetto – si legge nella nota di Vannini – la nota di Anas dell’8 di settembre con la quale è stata data risposta alla richiesta di questo ufficio di conoscere il termine entro cui sarà (sarebbe...) effettuata la pavimentazione fonoassorbente nel tratto dell’Aurelia dal chilometro 156,500 al 156,650. Richiesta banale, che non necessiterebbe di una particolare e complessa istruttoria. In tale nota – aggiuge Vannini – di Anas Compartimento per la viabilità della Toscana viene comunicato che la stessa è stata inoltrata all’Ufficio competente, ovvero la struttura Territoriale Toscana-Area Gestione Rete. Anas informa che si potrà verificare lo stato della pratica su un sito internet, allegando anche un link. Ecco – chiude il difensore civico – un mese dopo, lasso di tempo che si presume congruo a consentire una risposta meditata e non priva di un’adeguata ponderazione, ecco che cosa appare dopo avere cliccato su detto link: nessuna pratica trovata".