Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Lotta europea ‘falsata’ Decisione unanime E i viola si adeguano

L’anticipo della Roma contro il Torino votato da tutti i club. Impossibile per le altre giocare venerdì: contemporaneità parziale

angelo giorgetti
Sport

di Angelo Giorgetti

"Quella sull’anticipo della Roma è stata una decisione presa all’unanimità", ha chiarito prima di rispondere alle domande il presidente della Lega calcio, Lorenzo Casini, dopo l’assemblea dei club. Sullo sprint europeo sfalsato, insomma, si sono trovati tutti d’accordo e anche Fiorentina, Lazio e Atalanta hanno aggiunto il loro "sì" a quello delle altre squadre. Un momento di apparente unità nazionale, considerato che l’appeal del calcio italiano non è proprio granché: niente azzurri ai mondiali, le nostre squadre eliminate dai tornei internazionali prima che questi arrivassero nella fase calda. A parte la Roma, appunto. "Siamo tutti contenti – altre parole di Casini alla fine dell’assemblea di Lega – che disputi la finale di Conference League".

Su quel "tutti" forse bisognerebbe fare qualche distinguo, ma questa è la linea passata ufficialmente. E allora avanti così, con i dubbi diplomatici del caso, perché con questo fitto in classifica sarebbe stato meglio un finale alla pari, con le partite di Lazio, Roma, Fiorentina e Atalanta giocate in simultanea. E invece no, con una promessa: "Le altre squadre che giocheranno per l’Europa rispetteranno il principio di contemporaneità scendendo in campo o tutte sabato o domenica".

E qui altro rebus, perchè la decisione sarà presa dopo la fine della prossima giornata, che si chiuderà lunedì prossimo dopo Lazio-Juventus. Nel pomeriggio scenderà in campo la Fiorentina a Marassi, contro la Sampdoria. I viola incroceranno la Samp essendo già a conoscenza dei risultati della Roma (impegnata sabato all’Olimpico contro il Venezia) e dell’Atalanta (in campo domenica a casa del Milan): un vantaggio o uno svantaggio? Dipenderà ovviamente dai risultati delle altre e dalle pressioni ulteriori da superare, anche se in questo genere di situazioni i calcoli sono difficili da fare.

Tutto o molto si deciderà probabilmente l’ultima giornata e dopo aver concesso alla Roma la possibilità di anticipare la gara contro il Torino (i giallorossi saranno impegnati il 25 maggio a Tirana nella finale di Conference League contro il Feyenoord), sarebbe stato un problema far giocare venerdì anche le altre squadre impegnate nella lotta europea, non fosse altro perché due di loro scenderanno in campo il lunedì precedente.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?