Firenze, 6 ottobre 2021 - Punto primo: Vlahovic, sì, se a gennaio dovesse arrivare la proposta giusta potrebbe essere ceduto. Il prezzo? Per 75 milioni trattabili si può fare. Sull’orizzonte del serbo, al momento ci sono Juventus e Manchester City. Punto numero due: la Fiorentina non si farà trovare impreparata e a quanto pare le mosse di mercato per ridisegnare il reparto offensivo (anche la posizione di Kokorin è tutt’altro che solida) sono già sull’orizzonte viola.

Due i candidati forti: Andrea Belotti del Torino (alle prese con un rinnovo del contratto che non arriva) e Lorenzo Lucca, centravanti rivelazione del campionato di serie B con la maglia del Pisa. Su Lucca è già forte proprio la concorrenza della Juventus. Grande attenzione, comunque, ai buoni rapporti fra Fiorentina e Sassuolo.

Ci sono almeno tre giocatori della rosa dei neroverdi che rientrano alla perfezione nei canoni di possibili obiettivi viola: Raspadori, Berardi e Scamacca in estate hanno avuto molto mercato (e su Berardi aveva spinto forte proprio la Fiorentina) e lo scenario potrebbe tranquillamente ripetarsi a gennaio.

Quindi i contatti con la Roma che c’erano stati ad agosto per Borja Mayoral. I dirigenti viola avevano fatto più di un semplice sondaggio per il giocatore rimasto fuori dai radar tattici di Mourinho e oggi Mayoral può tornare ad essere un giocatore da ingaggiare anche con una formula meno pesante dall’acquisto immediato ma con un prestito accompagnato da un diritto di riscatto obbligatorio. Infine Keita Balde, oggi al Cagliari (via Monaco). L’attaccante potrebbe lasciare la Sardegna già a gennaio e Firenze potrebbe essere una piazza molto gradita.

Ri.Ga.