Fiorentina-Milan
Fiorentina-Milan

Firenze, 22 febbraio 2020 -  La Fiorentina conquista un bel punto in casa contro il Milan, rimontando in 10 contro 11 e rimettendo in carreggiata una gara che si era messa male. Meglio il MIlan per mole di gioco e per alcuni lampi di qualità, meglio i viola per il carattere e la voglia di non mollare mai. 

Priimo tempo -  Sfida affascinante che vede di fronte due tecnici, Iachini e Pioli, che hanno un passato di compagni di squadra in maglia viola. Pioli, ec tecnico viola, è stato applaudito dai tifosi della tribuna, poi è stato celebrato dalla Curva Fiesole con uno striscione e un coro.  

Fase di studio iniziale, poi Al 6' Casillejo lanciato a rete è anticipato provvidenzialmente da Dalbert.   

All'11'  bella percussione di Milenkovic il cui tiro, centrale è parato da Donnariumma. Al 12' il portiere rossonero, pressato da Chiesa, combina un pasticcio ma i viola non neapprofittano e Castrovilli spara alto.

Al 16' difesa viola sorpresa, Rebic tutto solo devia di testa, ma Dragowski salva.

Al 20' colpo di testa di Lirola, facile parata di Donnarumma.

Al 32' Ibrahimovic dà spettacolo: salta tre viola e deposita in rete alle spalle di Dragowski. E' un gran gol, ma l'arbitro,  dopo l'intervento del Var, annulla per un tocco di mano dello svedese.

Il primo tempo ha visto una supremazia rossonera, ma anche una buona tenuta della Fiorentina che ha in Castrovilli l'elemento più creativo (ma non sempre preciso), mentre Chiesa e Vlahovic cercano l'intesa in contropiede.

SECONDO TEMPO - Dopo un primo tempo con il Milan costantemente in attacco e la  Fiorentina a colpire in contropiede, le squadre sono in campo per la ripresa. I viola devono cercare di farsi schiacciare meno dalla pressione rossonera, anche perché davanti c'è un certo Ibrahimovic che si muove poco, ma quando prende palla è micidiale come nell'occasione del gol, seppur annullato.

Viola subito pericolosi al 7' con un bel colpo di testa di Chiesa parato da Begovic appena entrato al posto di Donnarumma. I viola sembrerebbero non partire male, ma all'11' del secondo tempo un grave errore di Caceres (controllo sbagliato di petto) consegna a Rebic il gol del vantaggio. 

Al 16' Dalbert viene espulso per fallo da ultimo uomo su Ibrahimovic.. Per i viola si mette male: un gol da rimontare con l'uomo in meno. Iachini, allora, sbilancia la squadra  e toglie Castrovilli per inserire Cutrone. Una mossa che, alla fine, si rivelerà giusta.

Al 27' Duncan dà a Vlahovic la palla buona, ma il serbo la spreca.. 

Al 39' la svolta: Cutrone lanciato a rete va a terra dopo un intervento di Romagnoli in area rossonera: è rigore, Pulgar lo trasforma. Esaltati dal pareggio, i viola insistono e in pieno recupero Caceres ha la palla buona, ma Begovic salva.

Finisce con un pareggio meritato dai viola, almeno per il carattere messo in campo: dopo il gol subito e l'espulsione di Dalbert, la squadra ha saputo reagire e ha avuto il merito di crederci fino alla fine.

 Il tabellino

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola (28' st Igor), Duncan., Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Vlahovic. Allenatore: Iachini

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma (6' st Begovic); Conti, Gabbia (28' st Musacchio), Romagnoli, Hernandez; Kiesse, Bennacer; Castillejio (35' st Saelemaekers), Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic. Allenatore: Pioli

Arbitro: Calvarese

Reti; 11' st Rebic; 39' st Pulgar (rigore)

Note: espulso Dalbert; ammoniti Bennacer, Calhanoglu; Caceres. Hernandez