Tumore al seno, visite gratuite a Firenze e Fiesole. Ecco come prenotare

L’iniziativa di Lilt Firenze: dal 2 ottobre si possono prendere gli appuntamenti, il 4 ottobre l’unità mobile in piazza della Repubblica con Rocìo Rodriguez e monumenti illuminati di rosa

Screening (foto di repertorio)

Screening (foto di repertorio)

Firenze, 29 settembre 2023 – Lo slogan 2023 è "La prevenzione è sempre la risposta giusta": la risposta puntuale al cancro alla mammella infatti sono gli esami e le visite per diagnosticare la malattia per tempo e per poterla curare. Anche quest'anno torna Lilt for Women, l’iniziativa promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori che, in occasione della Campagna internazionale Nastro Rosa, sensibilizza le donne sulla prevenzione del cancro al seno, una patologia che continua a colpire annualmente circa 60 mila donne in Italia. Il 4 ottobre l’unità mobile di Lilt Firenze sarà in piazza della Repubblica per eseguire visite senologiche gratuite. Testimonial della campagna sarà la runner e giornalista sportiva Rocìo Rodriguez. Sarà presente anche l’assessore al Welfare Sara Funaro. La sera poi la Fontana del Nettuno in piazza della Signoria e le porte storiche della città si illumineranno di rosa, colore simbolo della campagna e della prevenzione, grazie alla disponibilità del Comune e di Firenze Smart-Silfi spa che da anni sostengono la Lilt e il suo messaggio di prevenzione. Il 6, 13, 17, 24, 27 ottobre, grazie ai dottori Alessandro Filomena e Andrea Herd Smith, verranno effettuate visite senologiche gratuite alla Misericordia di Fiesole, che metterà a disposizione i propri locali. Per prenotare le visite telefonare allo 055576939 a partire da lunedì 2 ottobre. “I principali strumenti di prevenzione che una donna ha per combattere il tumore al seno sono i controlli periodici come ecografia o mammografia (in base a quanto stabilito dalle linee guida del Sistema Sanitario), l'autoesame mensile e seguire i corretti stili di vita - spiega Alexander Peirano Presidente di Lilt Firenze -. Ricordiamo l’importanza della diagnosi precoce: il carcinoma della mammella della grandezza di meno di un centimetro ad esempio, se diagnosticato e curato nella fase iniziale, ha una percentuale di guarigione di oltre il 90%”. “La prevenzione - dice l’assessora al Welfare Sara Funaro - è fondamentale per la lotta ai tumori e in particolare per quelli al seno. Per questo aderiamo all'iniziativa promossa dalla Lilt in occasione della campagna internazionale nastro rosa. Spero davvero che molte donne colgono l'opportunità di una visita senologica gratuita presso l'unità mobile della Lilt in piazza della Repubblica. É un piccolo gesto che però può salvare la vita. Ringrazio Lilt per questa iniziativa che si aggiunge all'impegno quotidiano per la ricerca, la diagnosi precoce, l’assistenza, la riabilitazione e l’educazione sanitaria. Non si può fare a meno della Lilt e non ne possono fare a meno i malati di tumore e le loro famiglie". Secondo i dati di Lilt nazionale, con circa 60.000 nuovi casi in Italia, il carcinoma mammario si conferma anche per il 2023 la neoplasia più frequente nelle donne, rappresentando oltre il 30% di tutti i tumori e facendo salire così ad oltre 900.000 le donne che avranno personalmente vissuto l’esperienza cancro al seno. Attualmente la guaribilità raggiunge l’85% dei casi, fondamentale però è la diagnosi precoce. Da qui l’invito a tutte le donne a sottoporsi a screening, visite ed esami, su indicazione del proprio medico di fiducia.

Maurizio Costanzo 

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro