Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Scale mobili per Villa Bardini, Giani rilancia e raddoppia

Il presidente della Regione: "Presto un sopralluogo con il sindaco Nardella e Salvadori"

paola fichera
Cronaca

Firenze, 8 maggio 2022 - E’ un’idea che Eugenio Giani, oggi presidente della Regione, insegue da tempo. Una scala mobile per consentire a tutti di raggiungere più facilmente Villa Bardini e a Forte Belvedere. La prima volta la lanciò nel 2008, da assessore alla cultura di Palazzo Vecchio un mese dopo la nomina dell’allora sindaco Leonardo Domenici. Era un progetto tutto nella sua testa figlio dell’apertura del Museo Bardini da lui fortemente sostenuta. Un anno dopo c’era già uno studio di fattibilità commissionato a uno degli ingegneri che a Perugia aveva progettato le scale mobili. Per arrivare a Villa Bardini ci volevano 5 rampe. Con o senza copertura. Ma da allora nulla è accaduto. Ad accantonare l’idea fu un anno dopo la giunta Renzi. Poi è arrivata la vendita dell’ex caserma di Costa San Giorgio al magnate argentino Lowenstein e l’attenzione si è spostata su una ben più invasiva teleferica. A bocciarla è stata, anni dopo, la soprintendenza con le polemiche al calor bianco degli ambientalisti e la posizione nettamente contraria del direttore degli Uffizi (e di Boboli) preoccupato per la tenuta del suo giardino monumentale.

Ieri la nuova svolta, ma pare che Giani ne avesse già parlato sia con il sindaco Nardella che con il presidente della Fondazione Crf Salvadori, il governatore ha rilanciato il progetto delle scale mobili, molto più sostenibile della teleferica e sostanziato da un cospicuo finanziamento regionale, oltre a quello, mai venuto meno, della Fondazione.

"A Villa Bardini con il sindaco Nardella e con il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio Luigi Salvadori, faremo un sopralluogo perché io voglio prospettargli, e noi ci metteremo la nostra parte come Regione Toscana, quella che è la scala mobile così come abbiamo in tante realtà italiane, a partire da Perugia, ma anche toscane, pensate a Certaldo. Un sistema di scale mobili perché da piazza de Mozzi, si possa salire fino a villa Bardini, con comodità".

Un annuncio scandito ai microfoni della trasmissione ’La Tara’ su ‘Toscana tv’. E la motivazione è sempre la stessa: "Non possiamo vedere un processo di selezione naturale derivante dall’età e dal fiato, per poter ammirare lo splendido panorama di Firenze, da Villa Bardini o da Forte Belvedere". Nuova cifra stimata: 3-4 milioni.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?