Firenze, 30 settembre 2020 -  Quattro ragazzini di età compresa tra i 13 e i 17 anni sono stati perquisiti questa mattina dalla squadra mobile della polizia nell'ambito delle indagini sull'incendio doloso divampato sabato 26 settembre nel centro di Firenze in piazza Davanzati, che ha causato la distruzione di una decina di motorini. Tra i perquisiti, il 13 e il 17enne che erano stati già denunciati nei giorni scorsi e altri due minorenni. Questi ultimi non sarebbero indagati e la loro posizione è al momento al vaglio dell'autorità giudiziaria.

Durante le perquisizioni, effettuate su delega del pm Roberta Pieri della procura presso il tribunale per i minorenni di Firenze, sono stati sequestrati i cellulari dei ragazzini che saranno esaminati alla ricerca di elementi utili per ricostruire la dinamica dell'accaduto, anche video eventualmente condivisi. In base a quanto ricostruito dagli investigatori, i quattro giovani sarebbero stati tutti presenti nella piazza quando è divampato il rogo. Sul posto giunsero numerose pattuglie della polizia che presero subito dichiarazioni dei ragazzi trovati vicini al rogo. Inoltre, testimoni hanno dato il loro contributo.