Pedoni e ciclisti sicuri. Via Lungo l’Affrico cambia volto in 8 mesi. Si parte a maggio

Le radici degli alberi hanno distrutto marciapiedi, piste per bici e strada. L’opera rientra in quei "cantieri indifferibili" di cui parla il sindaco. Sarà riqualificata l’aiuola centrale limitando anche futuri dissesti.

Pedoni e ciclisti  sicuri. Via Lungo l’Affrico cambia volto in 8 mesi. Si parte a maggio

Pedoni e ciclisti sicuri. Via Lungo l’Affrico cambia volto in 8 mesi. Si parte a maggio

Un intervento che i residenti attendono da tempo e che rientra in quei "lavori indifferibili" di cui parla il sindaco Dario Nardella. Si tratta della riqualificazione di via Lungo l’Affrico e di viale De Amicis. Dopo l’approvazione del progetto esecutivo, è iniziata la procedura per la gara per i lavori che dovrebbero partire a maggio e andare avanti per 8 mesi. La cantierizzazione sarà effettuata per lotti in modo da non sovrapporre i cantieri e per ridurre i disagi alla circolazione e alla sosta. I lotti sono 5: i lavori inizieranno nel tratto dal cavalcavia dell’Affrico a via Poma. Una volta completato l’intervento il cantiere si sposterà nel secondo lotto via Poma-via D’Annunzio e a seguire viale D’Annunzio-viale Cialdini, viale Cialdini-via Falcucci per concludersi con il tratto via Falcucci-viale Duse.

Il progetto (investimento 1,48 milioni di euro) riguarda nello specifico il parterre alberato di viale De Amicis, tra via del Campo di Arrigo e viale Cialdini cui si aggiunge un intervento nei pressi della rotatoria con viale Mamiani, e di via Lungo l’Affrico, dal cavalcavia a viale Duse. Parliamo di un’aiuola centrale dove sono collocati una serie di pini, una pista ciclabile parallela alla sede stradale, stalli di sosta e i marciapiedi. Nel corso del tempo le radici dei pini (sui quali verranno eseguite delle prove di trazione per verificarne la stabilità e la sicurezza) hanno causato il dissesto dei percorsi per ciclisti, della carreggiata, delle corsie di svolta che collegano viale De Amicis e via Lungo l’Affrico e la rottura delle liste e delle zanelle che delimitano il parterre.

La manutenzione straordinaria ha l’obiettivo di risanare la strada ripristinando le condizioni di sicurezza per i veicoli in transito, eliminando anche i restringimenti di carreggiata ad oggi presenti. Al tempo stesso sarà riqualificata l’aiuola centrale, sostituendo gli elementi danneggiate dalle radici. Un occhio di riguardo sarà dedicato proprio alle alberature: saranno infatti ampliate per quanto possibile gli spazi verdi in prossimità delle piante in modo da migliorare l’apporto di acqua e ossigeno e quindi le loro condizioni di vita, limitando anche futuri dissesti.

Questo sarà realizzato con un allargamento (variabile a seconda dei tratti) del parterre centrale conservando comunque le due corsie per senso di marcia. Saranno anche modificati i varchi di collegamento e alcuni tratti del percorso pedo-ciclabile e dei marciapiedi. Prevista infine la riorganizzazione della sosta (mantenendo sostanzialmente inalterato il numero di posti) e interventi sui marciapiedi opposti al parterre alberato sia in via Lungo l’Affrico che in viale De Amicis.

A.P.