Lloret De Mar, 17 luglio 2019 - Si sono fatti forza e hanno voluto vedere, con i loro occhi. Nella discoteca dove Niccolò Ciatti è stato massacrato. La famiglia del giovane ha visitato il luogo in cui Niccolò perse la vita. Una circostanza in cui si è aggiunto dolore al dolore per Cinzia e Luigi e la loro figlia Sara. "Non è possibile che in un ambiente così piccolo nessuno sia intervenuto, si sia messo in mezzo", si ripetono.

Il St Trop di Lloret de Mar da quella sera tragica di agosto 2017 si è attrezzato: più buttafuori e vigilanti all'ingresso. Il segno che quella notte qualcosa non andava. Proprio nella giornata di mercoledì, la famiglia Ciatti ha presenziato all'udienza in tribunale in Spagna per la morte del ragazzo.