Torta di matrimonio
Torta di matrimonio

Firenze, 19 maggio 2018 - Potersi giurare amore eterno tra i capolavori che tutto il mondo ci invidia, darsi un bacio sul piazzale o dirsi sì completamente immersi nelle bellezze che solo il nostro Chianti sa regalare. E’ il sogno di milioni di innamorati di tutto il mondo, un’affare milionario per la capitale dell’amore per eccellenza che supera Venezia, la costiera amalfitana e la Lombardia con tutti i suoi laghi. L’industria dei matrimoni vola: sono oltre 8mila le coppie che nel 2017 hanno scelto l’Italia per il proprio matrimonio e la Toscana è la prima destinazione con il 31,8% delle nozze seguita da Lombardia con il 16%, Campania 14,7%, Veneto 7,9% e Lazio con il 7,1%. Firenze da sola pesa il 15% attestandosi come capitale indiscussa degli innamorati. A livello nazionale il turismo dei matrimoni vale 440 milioni di euro di fatturato e 1.400.000 pernottamenti e impiega oltre 50mila addetti tra fiorai, fotografi, wedding planner, servizi di catering e ristorazione e altri.

Sono i dati presentati dal direttore di Toscana Promozione Turistica, Alberto Peruzzini e dalla direttrice del Convention Bureau, Carlotta Ferrari, che hanno riconfermato la collaborazione nel progetto Tuscany for weddings, l’iniziativa avviata nel 2015 per la promozione a livello internazionale del matrimonio in Toscana. Come ha spiegato il direttore scientifico del Centro studi turistici Alessandro Tortelli, la Toscana nel 2017 ha ospitato 2.500 matrimoni, con una spesa media di 50mila euro, per oltre 500mila pernottamenti e un valore economico di 140 milioni di euro, dando lavoro a ben 2.800 operatori. «Il wedding tourism è un segmento maturo, una scommessa vinta che ci spingerà a lavorare con sempre maggiore convinzione nei prossimi anni» spiega Peruzzini. «Proseguiremo il percorso già iniziato – sottolinea Carlotta Ferrari – con tanta determinazione, al fine di promuovere al meglio la Toscana in occasione di fiere di settore come Iltm Cannes, Dwp Congress e saremo ancora una volta Host Destination Partner di Wedding Industry Meeting 2019».

I primi mercati sono il Regno Unito (39,7%), gli Usa (15,4%), seguiti da Australia, Germania e Olanda, con in crescita i mercati russo, brasiliano e cinese. Firenze è la destinazione più amata, seguita da Fiesole, Castelnuovo Berardenga e Certaldo. Quest’ultimo è il primo comune ad aver dato vita a un progetto organico, Certaldo wedding, che raccoglie e promuove le attività di 30 operatori specializzati in vari settori e concentrati su questo segmento di mercato dei servizi.