Vaccini
Vaccini

Firenze, 9 aprile 2018 - Sono cominciate ad arrivare le telefonate con richieste di chiarimenti, in mattinata, riguardo le lettere di sospensione inviate da Palazzo Vecchio alle famiglie dei bimbi frequentanti nidi o asili non in regola con l'obbligo vaccinale. Come spiega il vicesindaco e assessore all'istruzione Cristina Giachi, la consegna delle raccomandate, a mano, è iniziata nei giorni scorsi «terminerà nei prossimi».

Il provvedimento di sospensione scatta al momento della ricezione della lettera; sono circa 90 i bambini risultati dai controlli tuttora inadempienti all'obbligo vaccinale. Al momento, però, come spiega Giachi «nessun bimbo viene respinto all'ingresso a scuola. Oggi alcune famiglie a cui è stata consegnata la lettera hanno tenuto i bambini a casa e ci hanno chiamato per chiedere spiegazioni. Noi stiamo verificando con scrupolo caso per caso e nei prossimi giorni ci saranno contatti e colloqui con tutte le famiglie destinatarie della lettera: il nostro obiettivo non è ovviamente di tener fuori nessun bimbo da scuola, ma far sì che tutti possano mettersi in regola», conclude il vicesindaco.