Palazzo Vecchio
Palazzo Vecchio

Firenze, 5 ottobre 2018 - Niente ingresso per i turisti. Sabato 6 ottobre il percorso museale di Palazzo Vecchio sarà chiuso per l’intera giornata, per un evento di rappresentanza voluto da Viatcheslav Moshe Kantor. Si tratta del famoso uomo d’affari russo, filantropo e attivista, presidente dell’European Jewish Congress e famoso collezionista di arte contemporanea, che ha voluto Palazzo Vecchio tutto per se, o almeno così è stao consigliato anche per motivi di sicurezza.

Sta di fatto che già nella giornata di venerdì sono iniziati i lavori di allestimento all’interno del Salone dei Cinquecento, dove è stata costruita una complicata scenografia con enormi colonne.

Viatcheslav Moshe Kantor, che si trova a Firenze per vari eventi e incontri privati, riceverà nel pomeriggio di venerdì le Chiavi della Città di Firenze, nel corso di una cerimonia a cui interverrà il sindaco Dario Nardella.

Sabato poi, sempre a Palazzo Vecchio, nel Salone dei Cinquecento, si svolgeranno un concerto dell’orchestra filarmonica di Mosca e una cena di gala rigorosamente privata.

Proprio per questo l’allestimento del Salone prevede una parete divisoria provvisoria, approvata dai tecnici competenti, che servirà da supporto per le luci e per suddividere lo spazio del Salone tra concerto e cena.

L’affitto di sale e rimborso dei biglietti del museo, così come previsto nell’apposito regolamento comunale per la concessione degli ambienti di Palazzo Vecchio, ammonta a circa 134 mila euro.

All’evento è prevista la partecipazione di duecento persone. Tra i molti incarichi, Viatcheslav Moshe Kantor, oltre che presidente del “Congresso Europeo”, è anche presidente del “Consiglio politico” del World Jewish Congress-WJC, il Congresso ebraico mondiale.