A Firenze dibattito su Mediterraneo, 'La città sia un modello'

La giornata a Palazzo Vecchio

La sala di Firenze Capitale
La sala di Firenze Capitale

Firenze, 9 febbraio 2024 - Una giornata di dibattito tra associazioni, studiosi ed esperti sul ruolo del Mediterraneo e sulla pace per far passare il messaggio che Firenze può essere "modello in termini di aggregazione". È il forum 'Il Mediterraneo', in corso a Palazzo Vecchio e organizzato dal centro socio-culturale Dea. Ad aprire i lavori il presidente del Consiglio comunale Luca Milani che ha ricordato "il forum dei sindaci del Mediterraneo organizzato da Dario Nardella" e "l'eredità di Giorgio La Pira. Sono tornati al centro i temi del valore dello scambio culturale, della promozione della pace tra le città che si affacciano su questo mare, il mare della nostra cultura". Per il consigliere comunale di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi "Firenze può diventare un modello. Oggi c'è un dialogo tra comunità religiose ed è fondamentale. Quello che manca però è un dialogo laico tra comunità, persone che magari sono non credenti e che hanno tradizioni diversi". Tra gli interventi quello dell'Imam di Firenze Izzedin Elzir: "Stiamo vivendo momenti molto difficili - ha detto -. La situazione politica non è stabile a livello europeo. Ma in Italia il carattere del popolo è accogliente, ha la capacità di confrontarsi con il diverso. Firenze è un modello per la sua storia, la sua cultura, i suoi cittadini. Firenze può fare da linea guida per le altre città, dove c'è la cultura dell'accoglienza ma a volte si fatica a metterla in pratica". Secondo Leonardo Rombai di Italia Nostra "i problemi" relativi ad ambiente e cambiamenti climatici "sono sotto gli occhi di tutti e attendono una risposta".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro